Carrello
è vuoto
Più argomenti in "Consulenza" ...

FAQ - Domande frequenti sui binocoli


1. A cosa serve fondamentalmente un binocolo?

2. Cosa significa la sigla che si trova associata alla maggior parte dei binocoli, come ad esempio 10x42?

3. Che manutenzione devo effettuare sul mio binocolo o come lo posso pulire?

4. Quali sono le migliori marche per i binocoli?

5. Di che dimensioni deve essere il campo visivo di un binocolo, e che differenze ci sono?

6. Cosa si intende per rivestimento di fase?

7. Qual è la differenza tra binocoli con prismi di Porro e binocoli con prismi a tetto?

8. Vale davvero la pena spendere molti soldi per un binocolo o posso aspettarmi elevata qualità anche con un binocolo economico?

9. Come si può verificare la qualità di un binocolo?

10. Il binocolo migliore è quello che ingrandisce di più?

11. Ci sono in offerta alcuni binocoli zoom. Sono un'alternativa migliore rispetto a quelli con ingrandimento fisso. Dico bene?

12. Cerco un binocolo per sport acquatici. Quale mi consigliate?

13. Cerco un binocolo da portarmi dietro durante le escursioni in montagna. Cosa mi consigliate?

14. Esiste un binocolo che non sia adatto solamente per il giorno o per la notte ma che possa andare bene per tutti gli usi?

15. Cerco un binocolo per il bird-watching, sapreste indicarmene uno adatto?

16. Stabilizzatore d'immagine. Vale la pena acquistare un binocolo con questa funzione?

17. Vorrei montare un binocolo su un cavalletto. Quale cavalletto dovrei comperare?

18. Cosa significa rivestimento?

19. Quali sono dei buoni binocoli per chi porta gli occhiali?

20. Quali sono le conchiglie oculari che danno maggiori vantaggi?

21. Quando si acquista un binocolo, cosa bisogna tenere in considerazione?

22. Cosa significano le lettere che si trovano sotto la sigla di molti binocoli?


1. A cosa serve fondamentalmente un binocolo?
Un binocolo è lo strumento ideale quando si vogliono osservare oggetti lontani come se fossero più vicini, ed è in grado di produrre ingrandimenti grazie ai quali l'osservatore riesce a distinguere meglio i dettagli. Le possibilità di utilizzo sono tante quante gli oggetti da osservare e soprattutto quanti sono gli interessi dell'osservatore. Tra i classici ambiti di utilizzo possiamo ad esempio citare l'astronomia, il bird-watching, l'osservazione della natura o degli animali (per esempio durante un safari), la caccia e la vela. Le occasioni in cui usare un binocolo sono praticamente inesauribili: durante i viaggi, le escursioni (soprattutto in montagna), nel corso di eventi sportivi (ad esempio negli stadi), durante i concerti, a teatro ed all'Opera, ed in innumerevoli situazioni nella vita di tutti i giorni (ad esempio per controllare che la vostra vicina non scivoli nella vasca da bagno ed abbia bisogno del vostro aiuto).  

Libro raccomandato per l'osservazione col binocolo

Torna all'elenco delle domande


2. Cosa significa la sigla che si trova associata alla maggior parte dei binocoli, come ad esempio 10x42?
Trovate questa sigla associata a tutti i binocoli da noi commercializzati. Indica l'ingrandimento e l'apertura dell'obiettivo del binocolo. Il primo valore è riferito all'ingrandimento, che in questo caso sarà 10x. Il secondo valore è riferito all'apertura dell'obiettivo, sempre espressa in millimetri. Un binocolo 10x24 presenta quindi un'apertura dell'obiettivo di 42mm.

Binocoli economici 10x42 con buone prestazioni

Torna all'elenco delle domande


3. Che manutenzione devo effettuare sul mio binocolo o come lo posso pulire?
Un binocolo è uno strumento d'uso che non è stato concepito per fare la sua figura in una vetrina ma per essere piuttosto impiegato all'aria aperta e per guardarci attraverso. E' pertanto inevitabile che prima o poi il binocolo si sporchi. La parte esterna può essere tranquillamente pulita con un panno, ma per la la pulizia delle lenti occorre fare molta attenzione. Sulle lenti si trova infatti un rivestimento delicato, che rischia di essere intaccato da operazioni di pulizia troppo vigorose. Per questo motivo è necessario essere molto scrupolosi. La prima regola in fatto di pulizia è la seguente: farla solo quando è necessario.
Nessun problema a passare un pennello morbido di pulizia sulle lenti per rimuovere con cautela granelli di polvere, e nessun problema se si ripete questa operazione con regolarità. Diverso discorso invece se sulle lenti si forma dello sporco più consistente. In questo caso non potete evitare una pulizia più approfondita . Meglio utilizzare un panno in microfibra o un altro tipo di tessuto molto morbido. Fate in modo che sul panno non si fermino grossi granelli di polvere. Passate il panno con molta cautela sulle lenti, preferibilmente con movimenti circolari. E' possibile che una pulizia a secco non sia sufficiente. In questo caso possiamo proporvi un detergente speciale grazie al quale otterrete un ottimo risultato. Consigliamo vivamente di coprire sempre le lenti con gli appositi tappini dopo aver utilizzato il binocolo.

Panno in microfibra
Pennello per la pulizia
Set di pulizia con detergente speciale

Torna all'elenco delle domande


4. Quali sono le migliori marche per i binocoli?
Leica e ZEISS sono i migliori produttori in assoluto, indubbiamente in fascia High-End. Altre marche di qualità sono Steiner, Minox e Nikon. In fascia media si collocano Eschenbach, Bushnell e Bresser. Altre marche possono avere binocoli particolarmente indicati in determinati ambiti di osservazione.

Torna all'elenco delle domande


5. Di che dimensioni deve essere il campo visivo di un binocolo, e che differenze ci sono?
Un vasto campo visivo in un binocolo è sempre un vantaggio. L'occhio umano, fondendo le impressioni visive di entrambi gli occhi, ha un campo visivo di 180°. Si tratta di un valore che un binocolo non può ovviamente raggiungere. Si cerca tuttavia di ottenere il maggior campo visivo possibile. Determinanti in un binocolo sono l'ingrandimento e gli oculari. Più piccolo è l'ingrandimento, maggiore sarà il campo visivo. Ad ogni modo, grazie ad una progettazione ottica speciale, si possono realizzare degli oculari grandangolo caratterizzati da un ampio campo visivo anche ai maggiori ingrandimenti. Bisogna però fare molta attenzione, perché molti produttori in fascia economica propongono binocoli con ampi campi visivi nei quali cominciano ad essere evidenti già nell'ultimo terzo del campo visivo i difetti ottici che si riscontrano solitamente lungo i margini . Un buon binocolo ha un un campo visivo ben definito ed utilizzabile fino ai margini.
Nei dati tecnici, il campo visivo è sempre espresso in rapporto a mille metri, ad esempio 56m/1000m. Ciò significa che ad una distanza di mille metri si vede un campo di 56 metri. Questo valore a volte viene espresso in gradi. Il rapporto si può calcolare con questa formula, dove il fattore 17,5 rappresenta il campo visivo in metri corrispondente ad un campo visivo di 1°.
Campo visivo a 1000m = Gradi (reali) x 17,5 =

Grad i (reali) = Campo visivo a 1000m / 17,5 =

Torna all'elenco delle domande

 

6. Cosa si intende per rivestimento di fase?
Un binocolo di qualità presenta l'indicazione „con rivestimento di fase“. Con questo si intende uno strato di rivestimento sui prismi a tetto, generalmente detto rivestimento P. Quando un raggio di luce colpisce il prisma a tetto, viene più volte riflesso in angoli acuti. Il raggio di luce viene inoltre diviso in due segmenti. Si verifica pertanto uno spostamento della fase delle onde luminose.
Le onde del raggio di luce non risultano quindi uguali ma spostate. Ne consegue una riduzione del contrasto e della definizione, per evitare la quale si ricorre a rivestimenti speciali che correggono questo fenomeno.

Eccellenti binocoli meccanici ed ottici con rivestimento di fase

Torna all'elenco delle domande

 

7. Qual è la differenza tra binocoli con prismi di Porro e binocoli con prismi a tetto?
La differenza tra binocoli con prismi di Porro e binocoli con prismi a tetto sta essenzialmente nel fatto che vengono utilizzati sistemi diversi per raddrizzare le immagini. Questi sistemi, come appunto dice il nome, sono i prismi di Porro ed i prismi a tetto. Per farla semplice, nei prismi di Porro il raggio di luce segue un percorso ad angoli retti, mentre nei prismi a tetto segue un percorso ad angoli acuti somiglianti al tetto di una casa. I binocoli con prismi a tetto sono più popolari dei binocoli con prismi di Porro. L'aspetto dei due tipi di binocolo è molto differente. Nei binocoli con prismi di Porro gli obiettivi sono molto distanti dagli oculari. I binocoli con prismi a tetto sono molto più compatti e affusolati. Il motivo sta nella diversa progettazione dei prismi. I prismi di Porro presentano una struttura relativamente più grossa. I binocoli con prismi di Porro hanno il vantaggio di produrre un'immagine più plastica. I binocoli con prismi di Porro hanno una messa a fuoco esterna, mentre i prismi a tetto presentano una messa a fuoco elicoidale sul tubo. Questa messa a fuoco viene spesso preferita a quella dei prismi di Porro, in quanto più stabile e meno soggetta ad infiltrazioni di umidità. In generale non si può dire quale dei due tipi di binocolo sia meglio. In entrambi i casi ci sono esempi di binocoli buoni e binocoli meno buoni. Ad ogni modo realizzare un buon binocolo con prismi a tetto è più dispendioso, per cui occorre fare molta attenzione e farsi ben consigliare per quanto riguarda il segmento di fascia economica.

Prismi di Porro Prismi a tetto

Torna all'elenco delle domande

 

8. Vale davvero la pena spendere molti soldi per un binocolo o posso aspettarmi elevata qualità anche con un binocolo economico?
Come in tutte le cose, chi spende di più ottiene in genere una qualità superiore. Fondamentalmente si può ottenere una qualità funzionale anche a costi ridotti. Tuttavia, chi non vuole venire a compromessi in fatto di aberrazioni cromatiche, contrasto, definizione, trasmissività e fedeltà delle immagini, non può fare a meno di un binocolo costoso. Nei binocoli di qualità si raggiungono prestazioni ottiche e meccaniche superiori per poter correggere quante più aberrazioni possibile. Anche la meccanica di messa a fuoco deve essere di qualità, perché se questo componente avesse troppo gioco, scivolasse troppo o funzionasse a scatti, l'osservazione sarebbe molto meno piacevole. Anche per quanto riguarda le conchiglie oculari non si dovrebbero accettare compromessi, perché sarebbero a discapito del comfort. Ci sono ad esempio conchiglie oculari estraibili con diverse funzioni di blocco.  

Un binocolo robusto con una buona ottica ed una meccanica stabile

Torna all'elenco delle domande


9. Come si può verificare la qualità di un binocolo?
Non è facile stabilire la qualità di un binocolo da una prima occhiata. Se si osserva in condizioni di bel tempo un panorama è difficile notare le differenze che ci sono tra i vari binocoli. Oltre all'ottica bisogna naturalmente tenere presenti la meccanica di messa a fuoco ed il tubo ottico.
Innanzitutto si può mettere il vetro sotto una luce al neon e controllarne il rivestimento. Si può facilmente vedere se l'obiettivo produce o meno un riflesso colorato (generalmente verde o violetto). Se i riflessi sono bianchi, il vetro non è rivestito. In questo caso molta luce preziosa viene dispersa prima di raggiungere l'occhio. Oltre all'obiettivo, bisogna controllare anche l'oculare. Alcuni produttori di fascia economica non prevedono nemmeno in questo caso un rivestimento. Vetri non rivestiti oltre alla dispersione della luce, comportano anche numerosi riflessi, cosa che si dovrebbe assolutamente evitare.
Adesso puntate il binocolo ad una certa distanza contro una superficie chiara. Dovrebbero essere visibili a questo punto negli oculari due piccoli dischetti bianchi, che sono le pupille d'uscita. Dovrebbero essere rotondi e senza spigoli. Se presentano spigoli, la causa è da rintracciare nei prismi, che non riescono a riflettere tutta la luce. Sarebbe un grosso difetto, che pregiudica enormemente la qualità dell'immagine.
A questo punto si deve fare una prova in controluce. Con vetri non di qualità è possibile che si formino nel campo visivo dei riflessi che riducono enormemente il contrasto dell'immagine. L'interno del binocolo dovrebbe essere opaco.
Si deve inoltre fare molta attenzione ai residui cromatici. A questo proposito orientate il binocolo verso una parete bianca illuminata dal sole. E' possibile che si notino delle frange colorate. Nel caso fossero troppo marcate, possono rovinare la qualità dell'immagine. Per cui un'ottica senza residui cromatici è sempre migliore. Molti produttori propongono binocoli con lenti ED o al fluoruro, praticamente privi di aberrazioni cromatiche (e questo acquista maggiore importanza più alto è l'ingrandimento).
Il cielo notturno offre valide opportunità per testare un binocolo, dato che permette di evidenziare i difetti d'immagine. Basta inquadrare una stella luminosa, un pianeta luminoso o anche la Luna per potersi fare un'idea.
Mettete bene a fuoco l'oggetto al centro e poi spostatelo verso i bordi del campo visivo. A questo punto si possono evidenziare eventuali difetti visivi, ad esempio se la stella appare deformata. Si possono evidenziare anche eventuali sfocature lungo i margini, così come curvature di campo. Più grande è l'obiettivo, più c'è possibilità di riscontrare errori.

Torna all'elenco delle domande

 

10. Il binocolo migliore è quello che ingrandisce di più?
Secondo una credenza diffusa, il binocolo migliore è quello con l'ingrandimento maggiore. Questo non è tuttavia un assioma corretto, perché un buon binocolo si vede dalla scelta del vetro, dei prismi e del rivestimento ed anche dalla meccanica. L'ingrandimento va tenuto in considerazione in base all'utilizzo che si intende fare del binocolo. 
Per gli usi più diffusi è più che sufficiente un ingrandimento 8x o 10x. Se restate in questa fascia di ingrandimenti, potete tenere tranquillamente il binocolo in mano, senza che ci siano tremolii. Con ingrandimenti superiori (fino a 12x) ciò non è più possibile senza qualche accorgimento. L'immagine è mossa e diventa pertanto meno definita. Non si può far altro che mettere il binocolo su un cavalletto. Di regola un binocolo arriva fino ad ingrandimenti 20x. Se volete un binocolo con un alto ingrandimento ma non volete utilizzare un cavalletto, allora dovete acquistare un binocolo con stabilizzatore d'immagine.
Se volete ingrandimenti ancora più forti, sarebbe a questo punto meglio un cannocchiale. I cannocchiali offrono generalmente ingrandimenti da 20x a 60x, che si possono regolare con l'aiuto di un oculare zoom. Ovviamente anche in questo caso è necessario un cavalletto. Con molti cannocchiali un cavalletto da tavolo è compreso nella spedizione.

Binocolo consigliato con ingrandimento 10x
Binocolo consigliato con ingrandimento 12x
Cannocchiale con elevate prestazioni ottiche a prezzo contenuto

Torna all'elenco delle domande


11. Ci sono in offerta alcuni binocoli zoom. Sono un'alternativa migliore rispetto a quelli con ingrandimento fisso. Dico bene?
I binocoli zoom sono molto pratici perché offrono la possibilità di regolare di continuo l'ingrandimento. Per cui sono indicati per molti tipi d'osservazione. Tuttavia, se si usano questi binocoli, bisogna accettare qualche compromesso. Per via delle lenti addizionali, necessarie per la funzione zoom, la loro qualità è inferiore rispetto ad un binocolo ad ingrandimento fisso. Alla luce del sole non lo si nota, ma è evidente di notte, al crepuscolo o in condizioni avverse.
La maggior parte dei binocoli zoom presenta un effetto tunnel, che di regola è particolarmente marcato agli ingrandimenti minori. Si ha l'impressione di guardare l'immagine attraverso un lungo tubo scuro. Solo alcuni binocoli da campo con funzioni zoom non mostrano questo effetto.

Binocolo zoom universale con obiettivo 80mm a prezzo contenuto
Binocolo zoom compatto di qualità

Torna all'elenco delle domande

 

12. Cerco un binocolo per sport acquatici. Quale mi consigliate?
Per gli sport acquatici dovreste scegliere un binocolo robusto, in grado di fornire una meccanica stabile oltre ad una buona ottica. Un rivestimento completo in gomma è l'ideale per evitare che il binocolo possa scivolare di mano. Per gli sport d'acqua è meglio se il binocolo resiste alla pressione, cosa che molti binocoli offrono fino ad una profondità di 5 metri. Sarebbe inoltre meglio se il binocolo fosse riempito d'azoto per evitare che l'umidità rovini le parti interne.
Una tracolla in neoprene assicura che il binocolo non vada a fondo se dovesse cadere in acqua.

Binocolo con bussola per gli sport acquatici

Torna all'elenco delle domande

 

13. Cerco un binocolo da portarmi dietro durante le escursioni in montagna. Cosa mi consigliate?
Per escursioni in montagna si consiglia di solito un binocolo non troppo pesante. Siccome si devono trasportare numerosi carichi, è meglio se il binocolo non va a gravare troppo sul peso. Per questo motivo dovreste portarvi dietro al massimo un binocolo universale 10x42. Non è molto pesante e si attesta su circa 700 grammi. E' ancora ben trasportabile ed avete con voi un binocolo col quale potete osservare anche nelle ore del crepuscolo. Se preferite un modello ancora più compatto, prendete ad esempio un 10x25. E' talmente compatto che potete infilarlo anche nelle tasche dei pantaloni, ed inoltre pesa solo sui 300 grammi. Lo si può tuttavia usare solo di giorno, perché non è molto luminoso (Pupilla d'uscita 2,5mm).
Oltre ai dati su apertura ed ingrandimento sono anche molto importanti il rivestimento su lenti e prismi e la scelta del vetro, dato che sono questi elementi che determinano grandi differenze di qualità.

Binocolo compatto con prisma a tetto ed immagini ben definite, indicato per la montagna

Torna all'elenco delle domande

 

14. Esiste un binocolo che non sia adatto solamente per il giorno o per la notte ma che possa andare bene per tutti gli usi?
Ci sono i cosiddetti binocoli universali che possono essere utilizzati con tutte le condizioni di luce. Esempi di binocoli universali sono un 10x42 e un 8x42. Quest'ultimo ha un diametro dell'obiettivo di 42mm ed ingrandimento 8x. Il criterio di scelta si deve basare sulla quantità di luce che un binocolo è in grado di offrire, ovvero sulla quantità di luce che arriva all'occhio. Con un 8x42mm arriva all'occhio un fascio di luce del diametro di 5,25mm. Si ottiene pertanto un'immagine chiara anche al crepuscolo e una sufficiente sollecitazione della retina. Per cui è possibile osservare anche animali al tramonto. Questo binocolo si può utilizzare anche di notte, pur non essendo l'ideale. Per i binocoli è consigliabile la migliore ottica possibile, che si distingua in base al tipo di vetro, al rivestimento ed alle caratteristiche di riflessività dei prismi.

Binocolo universale economico
Binocolo universale con immagini definite e di qualità anche lungo i margini

Torna all'elenco delle domande

 

15. Cerco un binocolo per il bird-watching, sapreste indicarmene uno adatto?
La fedeltà cromatica è un fattore importante che un binocolo per il bird-watching deve saper soddisfare, perché è bello poter osservare i colori degli uccelli così come in effetti sono. In questo caso non sono consigliabili i binocoli più economici, perché è meglio sceglierne uno che possa contare su un rivestimento di qualità. Chi opta per un prisma a tetto ne scelga uno che non disponga di un solo strato d'argento ma di un rivestimento multistrato dielettrico. Inoltre i prismi devono avere un rivestimento P. Ciò garantisce che non si produca uno spostamento di fase delle onde di luce all'interno del prisma.
Se optate per un binocolo tascabile dovete fare attenzione anche agli oculari e verificare se sono adatti anche a chi porta gli occhiali. Tenendo presenti questi fattori, il vostro binocolo vi darà il massimo in quanto a brillantezza, contrasto e fedeltà cromatica.

Binocolo ottimale per il bird-watching

Torna all'elenco delle domande

 

16. Stabilizzatore d'immagine. Vale la pena acquistare un binocolo con questa funzione?
Un binocolo con uno stabilizzatore d'immagine vale sempre la pena se si ritiene di utilizzare lo strumento ad elevati ingrandimenti senza volerlo però montare su un cavalletto. Vale la pena anche per coloro che non hanno la mano molto ferma. Dei sensori elettronici compensano piccoli tremolii. Persino binocoli con ingrandimenti 15x possono essere mantenuti stabili. A livello ottico l'immagine è molto ben definita, dato che tutti i tremolii vengono compensati.

Piccolo binocolo con stabilizzatore d'immagine
Binocolo 18x50 con stabilizzatore d'immagine. Valutazione test merceologico Stiftung: ottimo

Torna all'elenco delle domande

 

17. Vorrei montare un binocolo su un cavalletto. Quale cavalletto dovrei comperare?
La maggior parte dei binocoli è dotata di un adattatore per il collegamento ad un cavalletto. Occorre a tal proposito svitare il tappino a protezione del filetto ¼“. A questo punto, utilizzando l'adattatore giusto, si può fissare il binocolo al cavalletto. Bisogna comunque fare attenzione a quale cavalletto si sceglie. Non avrebbe senso un pesante binocolo da un chilo su un cavalletto in alluminio piccolo e leggero. Il cavalletto ne sarebbe sovraccaricato ed il binocolo sarebbe soggetto a forti oscillazioni. Di conseguenza, il binocolo comincerebbe a vibrare ad ogni tocco e l'osservazione sarebbe impossibile.
In genere i cavalletti sono in alluminio, legno o anche carbonio. L'alluminio è molto leggero e supporta lievi oscillazioni, per cui è molto importante la qualità del materiale utilizzato e della progettazione. Il legno è meno soggetto a sollecitazioni, e solitamente è di frassino. Per una buona stabilità, oltre alla qualità del materiale è anche determinante il peso del cavalletto stesso. Per alcuni cavalletti viene dichiarata la portata massima. Se il peso del binocolo corrisponde alla portata massima, sarebbe meglio passare ad un cavalletto di taglia superiore.

Treppiede con portata fino a 4,5 Kg
Treppiede con portata fino a 7,4 Kg

Torna all'elenco delle domande

 

 18. Cosa significa rivestimento?
Per rivestimento s'intendono dei sottili strati che vengono stesi a caldo, sotto vuoto spinto, sulle lenti ottiche. La loro funzione è di ridurre al minimo i riflessi ed aumentare pertanto la trasmissività. Generalmente questi strati sono di fluoruro di magnesio, e, per ridurre i riflessi, sono determinanti la profondità dello strato e l'indice di rifrazione. Allo stesso tempo vengono eliminate le frange di interferenza.
Generalmente vengono stesi più strati (fino a sette o anche di più) per ottenere una migliore effetto antiriflesso su tutto lo spettro. Si può individuare un rivestimento dai suoi colori, che in genere sono viola o verdi. Questi colori sono anche detti riflessi residui. Controllate sempre che il binocolo riporti la dicitura „multicoated“, che indica appunto il rivestimento multistrato.    

Torna all'elenco delle domande

 

19. Quali sono dei buoni binocoli per chi porta gli occhiali?
Se si vuole usare un binocolo con gli occhiali, è importante che lo strumento sia predisposto per questo scopo. Spesso i produttori non lo specificano. Ci sono dei binocoli che non sono adatti ad un impiego con occhiali, per cui mostrerebbero un campo visivo ridotto e troncato.
E' importante che la pupilla d'uscita sia molto spostata verso l'esterno ed offra una visione ottimale per i portatori di occhiali ad una distanza di circa 20mm dall'oculare. Inoltre le conchiglie oculari non devono essere d'impaccio. In molti binocoli possono essere girate. Sono di plastica rigida ma ce ne sono anche di morbide che possono essere ribaltate. Sono molto morbide a contatto con l'occhio, ma col tempo di possono sfrangiare, una volta che viene meno il plastificante.

Piccolo binocolo 8x25 consigliato a chi porta gli occhiali
Binocolo con prismi a tetto 7x42 Eschenbach per chi porta gli occhiali

Torna all'elenco delle domande

 

20. Quali sono le conchiglie oculari che danno maggiori vantaggi?
Le conchiglie oculari sono un accessorio importante per ridurre la luce parassita che arriva dall'esterno. Ci sono conchiglie oculari morbide oppure conchiglie oculari in plastica rigida. Il vantaggio di quelle rigide ed estraibili è che sono durevoli e spesso possono essere fissate in posizioni diverse.
Le conchiglie oculari in gomma sono morbide e nel caso possono essere ribaltate. Col tempo possono però sfrangiarsi una volta che viene meno il plastificante.

Binocolo con prismi a tetto 10x42 di qualità media con conchiglie oculari girevoli

Torna all'elenco delle domande

 

21. Quando si acquista un binocolo, cosa bisogna tenere in considerazione?
Chi porta gli occhiali deve sempre controllare che l'estrazione pupillare sia ampia. Un'ampia estrazione pupillare (ca. 20mm) è importante per chi porta gli occhiali, perché permette di osservare l'intero campo visivo senza ombreggiature ai margini.
Chi ha solo un debole difetto visivo può agire sulla messa a fuoco dell'oculare. In questo caso è importante controllare fino a quante diottrie riesce a compensare l'oculare e se è possibile bloccarlo per evitare che le impostazioni vengano inavvertitamente alterate. Un importante indice di qualità si può controllare subito dopo l'acquisto: orientate il binocolo verso una superficie bianca ad una distanza di circa 30cm. Dovreste scorgere una superficie bianca e rotonda senza oscuramenti verso il centro. Così potete testare se tutta la luce che attraversa l'oculare giunge poi effettivamente fino al vostro occhio.
Altri indici di qualità si possono riconoscere solo dopo un utilizzo prolungato nel tempo. Binocoli realizzati in modo approssimativo presentano prismi non ben collimati, e di conseguenza provocano mal di testa dopo lunghe osservazioni. Possono anche provocare immagini doppie.
Un segno distintivo di qualità del binocolo è dato dal rivestimento delle lenti e dei prismi.
Lenti ottiche normali riflettono una parte della luce che le investe, e ciò provoca una perdita di luce ed una diminuzione del contrasto. Con il rivestimento delle lenti (così si definisce l'applicazione a caldo di uno strato minerale) si riducono notevolmente i riflessi e si aumenta la trasmissività della luce.

Torna all'elenco delle domande

 

22. Cosa significano le lettere che si trovano sotto la sigla di molti binocoli?
WP - significa "Impermeabile all'acqua" (water proof). Per realizzare binocoli impermeabili vengono utilizzati speciali anelli di guarnizione ed i pori vengono impermeabilizzati con un procedimento particolare. Inoltre le parti interne vengono riempite d'azoto per evitare che l'acqua penetri nel binocolo. Questi binocoli sono particolarmente indicati per tutte le attività che si svolgono in condizioni variabili di tempo, ad esempio scalate montane o vela.
B - significa generalmente "Adatto a chi porta gli occhiali", per cui il binocolo in questione ha un'ampia estrazione pupillare che permette anche a chi porta gli occhiali di vedere l'intero campo visivo senza ombreggiature.
G, GA o RA - sta per "Rivestito in gomma" (rubber armed). Grazie al loro rivestimento in gomma questi binocoli sono protetti da colpi, botte e spruzzi d'acqua.
CF - significa generalmente "CentralFocus", ma a volte anche "CloseFocus" -
"Central Focus" significa regolazione centrale. Nei binocoli con prismi di Porro gli oculari sono collegati da un ponte e possono essere spostati avanti e indietro agendo sulla manopola di messa a fuoco (la cosiddetta regolazione centrale).
"CloseFocus" significa che il binocolo ha una distanza minima di messa a fuoco molto corta, in regola tra i 2 ed i 4 metri, mentre binocoli "normali" consentono una messa a fuoco da almeno 5 metri. Chi predilige osservare obiettivi piccoli o vicini, come ad esempio
farfalle o uccelli, preferisce una corta distanza di messa a fuoco
perché il binocolo non riesce a mettere a fuoco obiettivi più vicini
della distanza minima di messa a fuoco.
W, WF, WW o Wide - significa "Grandangolo", ovvero binocoli con un campo visivo molto vasto.
MC - significa "Rivestimento multistrato" (Multi Coated). Siccome tutti i binocoli di qualità presentano un rivestimento multistrato, questa caratteristica non viene sempre esplicitamente citata nella descrizione del prodotto.
UC - significa "ultra compact", ed indica che il binocolo è molto piccolo e leggero (solitamente in alluminio e in alcuni casi anche in titanio).
HP - significa "HighEyepoint", ed è associata a binocoli con un'ampia pupilla d'uscita.
D - significa "Prismi a tetto".
IS - significa "Image Stabilisator", ed indica binocoli con stabilizzatore d'immagine, che sono i preferiti da ornitologi e da osservatori della natura.

 Torna all'elenco delle domande

09.12.2019
Valuta
Assistenza
Consulenza
Contatti
Universe2Go