Carrello
è vuoto
Iscriviti a RSS Feed oppure ATOM Feed

Costruzione di un Osservatorio Milkyway di 2.6m in Costa del Sol, Spagna

agosto 20 2017, Joshua Taboga

Astroshop.es ha fornito ed installato una cupola della Milky Way da 2,6 metri in Costa del Sol, nella Spagna meridionale.

MilkyWayDomes1

MilkyWayDomes2

MilkyWayDomes3

MilkyWayDomes4

L’osservatorio è dotato di un’ottica Omegon Pro RC 14 su montatura Skywatcher EQ8.

MilkyWayDomes5

Omegon RC2

Omegon RC1

Astroshop ha eseguito con successo le procedure di collimazione, calibrazione e messa in stazione. Adesso l’osservatorio è pronto per iniziare a svolgere attività di astrometria e fotometria, che dovrebbero essere controllate ed utilizzate dal Minor Planet Center (Centro per gli oggetti minori) che si occupa della scoperta, studio e catalogazione dei corpi minori del Sistema solare (asteroidi e comete).

MilkyWayDomes6

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Notte delle stelle cadenti al Tempio di Segesta

agosto 14 2017, Michele Russo

In occasione del Calatafimi Segesta festival Dionisiache 2017,  la serata del 10 agosto ha avuto come tema principale  lesplorazione notturna sotto il cielo stellato e osservazione delle stelle cadenti.

http://www.distrettosiciliaoccidentale.it/sites/default/files/DMS/Manifesto%20Gallaro.jpg

Presso la suggestiva location del Tempio Dorico di Segesta sito all’interno della famosa area archeologica, Il Planetario di Palermo in collaborazione con Astroshop.it, ha allestito quattro postazioni di telescopi dedicati all’osservazione della Luna ed il pianeta Saturno, grande protagonista di questa estate 2017

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t31.0-8/20748198_2077540989145294_502262742499217258_o.jpg?oh=57547e368904e1247a99e7a6b4183411&oe=5A2D8026

Con l’ausilio di altri strumenti puntatori, gli addetti del Planetario hanno inoltre illustrato le principali stelle e costellazioni della serata.

L'immagine può contenere: una o più persone, persone in piedi, cielo e spazio all'aperto

Nonostante un meteo inizialmente instabile, che ha fatto preoccupare non poco, tutto si è svolto al meglio con un grande successo di pubblico.

L'immagine può contenere: cielo e notte

Il tempio di Segesta ( V secolo a.C.) è un tempio greco dell’antica città di Segesta sito nell’area archeologica di Calatafimi Segesta, comune italiano della provincia di Trapani in Sicilia.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Foto-racconto dalla costruzione di un osservatorio della ScopeDome a Pram, Austria

agosto 10 2017, Joshua Taboga

Astroshop …. a 3-Meter ScopeDome Observatory.  

Pram 1 Pram 2

Spectroscopy…

Pram 3 Pram 4 Pram 5

Not far…

Pram 6 Pram 7 Pram 9 Pram 8

The high…

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Report Astroshop sulla costruzione ScopeDome a Bad Liebenwerda, Germania

agosto 2 2017, Joshua Taboga

Il Team Astroshop era a Bad Liebenwerda, in Germania, per costruire un osservatorio di 4 metri della ScopeDome.

 Bad Liebenwerda - 1  Bad Liebenwerda - 2  Bad Liebenwerda - 3  Bad Liebenwerda - 5 Bad Liebenwerda - 4

L’elevazione della costruzione forniva un’ottima vista sull’orizzonte.

 Bad Liebenwerda - 6 Bad Liebenwerda - 7 Bad Liebenwerda - 10 Bad Liebenwerda - 9 Bad Liebenwerda - 8 Bad Liebenwerda - 12 Bad Liebenwerda - 11

L’osservatorio ScopeDome di 4 metri ha trovato la sua casa in un edificio privato presso la sede di Reiss GmbH.

 Bad Liebenwerda - 13 Bad Liebenwerda - 14  Bad Liebenwerda - 15 Bad Liebenwerda - 19 Bad Liebenwerda - 17 Bad Liebenwerda - 16 Bad Liebenwerda - 18 Bad Liebenwerda - 20

Lo strumento principale è stato montato su uno stabile pilastro in cemento ancorato nel terreno raggiungendo l’altezza dell’edificio.

 Bad Liebenwerda - 22 Bad Liebenwerda - 25 Bad Liebenwerda - 23 Bad Liebenwerda - 24 Bad Liebenwerda - 26

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Report Astroshop sulla costruzione ScopeDome a Paisley, Scozia

agosto 2 2017, Joshua Taboga

Il Team Astroshop si trovava a Paisley, in Scozia, perinstallare un osservatorio della ScopeDome di 3 metri.

Paisley - 1

Raggiungere il luogo di installazione è stata una sfida. Diversi pezzi dell’osservatorio sono stati trasportati attraverso il campo da golf adiacente.

Paisley - 3

L’osservatorio è uno dei pochi che il nostro team ha montato su una base di legno. La colonna per il telescopio era, naturalmente, installata separata dalla base

Paisley - 4 Paisley - 5

Paisley - 6 Paisley - 7

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Avete già pensato a tutto? Tanti consigli sui prodotti adatti all’osservazione dell’eclissi solare

luglio 17 2017, Marcus Schenk

Il grande momento si avvicina a grandi passi: il 21 agosto 2017 negli USA milioni di persone assisteranno all’eclissi totale di Sole. Siete pronti per la “Great American Eclipse”? Oppure vi mancano ancora strumenti importanti? Qui trovate alcuni consigli utili per la scelta dei prodotti adatti.

1. La cosa più importante: gli occhiali per eclissi

Per l’osservazione visuale dell’eclissi solare potete utilizzare gli appositi occhiali Omegon SunSafe, che garantiscono una visione del Sole protetta e sicura.

Omegon-SunSafe-Sofi-Brille-zur-Sonnenfinsternis

Omegon SunSafe

  • Permettono un’immagine naturale del Sole di colore arancio
  • Perfetti per l’osservazione di eclissi e grandi macchie solari
  • Garantiscono osservazioni solari assolutamente sicure: foglio SunSafe certificato secondo la normativa ISO
  • Adatti a qualsiasi viso
  • Fattore filtro: inferiore a 100.000
  • Densità: almeno  ND 5

Prezzo: 2,90 € cada uno. Più convenienza con il set da 5 pezzi a 9,90 €.
Vai alla pagina degli occhiali per eclissi Omegon.

In alternativa, sono disponibili gli occhiali per l’osservazione di eclissi solare Baader Solar Viewer AstroSolar® argento/oro. Offrono una visione del sole sicura al 100%. L’immagine del Sole appare in blu/bianco.

Baader-Sonnenfinsternis-Sofi-Beobachtungsbrille-Solar-Viewer-AstroSolarr-Silver-Gold

Baader Solar Viewer AstroSolar®

Prezzo: 3,50 € cada uno.  Più convenienza con il set da 10 pezzi a 29 €.
Vai alla pagina degli occhiali per eclissi Baader.

Attenzione: questi occhiali devono essere usati esclusivamente per l’osservazione visuale. Non devono essere combinati con uno strumento ottico.

2. Filtri solari per telescopi

Filtro in foglio senza intelaiatura

Un classico dell’osservazione solare è il filtro in foglio Astrosolar. Ideale per gli amanti del bricolage, che preferiscono costruire da sé l’intelaiatura del filtro. Il vantaggio: questo filtro è particolarmente conveniente e disponibile in diverse misure. Di queste, la più diffusa è la più piccola da 20×29 cm, ma è disponibile anche la versione da 50×100 cm.

Specifico per gli astrofotografi è il fotofilm con densità 3,8, che permette tempi di esposizione brevi. Ovvero: questo filtro lascia passare solo lo 0,016% della luce solare. Perfetto per la fotografia, ma troppo per l’occhio nudo. In questo caso, per l’osservazione visuale è necessario utilizzare un filtro ND 2,0 aggiuntivo oppure l’apposito filtro in foglio. Vai alla pagina del fotofilm.

Baader-Sonnenfilterfolie-AstroSolarr-OD-5-0-A4-20x29cm

Folgio Baader Astrosolar

Attenzione: applicate questo foglio sempre davanti all’apertura dell’obiettivo dell’ottica, mai dietro.

Prezzo: 25 € per 20×29 cm, 75 € per 50×100 cm
Vai alla pagina del filtro solare in foglio Baader Astrosolar.

Filtri per telescopi con intelaiatura

Per i telescopi, il produttore Baader offre una soluzione elegante: il filtro solare ASTF. Questo filtro è adatto ai telescopi con diametro da 70 a 290 mm. Tre perni di centraggio fissano il filtro all’interno o all’esterno del tubo. Di seguito trovate una tabella riepilogativa per individuare quale filtro è adatto al vostro telescopio. In alternativa potete utilizzare il “Filter Finder Tool”.

Anwendungsbeispiel

Filtro ASTF

Baader AstroSolar Filtro solare per telescopio ASTF 80 mm articolo nr.: 46632
Baader AstroSolar Filtro solare per telescopio ASTF 100 mm articolo nr.: 46633
Baader AstroSolar Filtro solare per telescopio ASTF 120 mm articolo nr.: 46634
Baader AstroSolar Filtro solare per telescopio ASTF 140 mm articolo nr.: 46635
Baader AstroSolar Filtro solare per telescopio ASTF 160 mm articolo nr.: 46636
Baader AstroSolar Filtro solare per telescopio ASTF 180 mm articolo nr.: 46637
Baader AstroSolar Filtro solare per telescopio ASTF 200 mm articolo nr.: 46638
Baader AstroSolar Filtro solare per telescopio ASTF 240 mm articolo nr.: 46639
Baader AstroSolar Filtro solare per telescopio ASTF 280 mm articolo nr.: 46640

Filtri per binocoli

Anche con un binocolo l’eclissi solare è un’esperienza fantastica. E la cosa eccezionale è che questo tipo di strumento trova posto in qualsiasi bagaglio. Questi speciali filtri per binocoli sono dotati di angoli smussati, in modo che non possano ostacolarsi a vicenda, per far sì che il vostro binocolo rimanga sempre perfettamente funzionante. Sono disponibili per un range di aperture compreso tra 40 e 110 mm.

Anwendungsbeispiel2

Filtro ASBF

Inoltre: questi filtri sono perfetti anche per l’obiettivo della vostra camera.

Baader AstroSolar filtro solare per binocolo ASBF 50 mm articolo nr.: 46641
Baader AstroSolar filtro solare per binocolo ASBF 60 mm articolo nr.: 46642
Baader AstroSolar filtro solare per binocolo ASBF 70 mm articolo nr.: 46665
Baader AstroSolar filtro solare per binocolo ASBF 80 mm articolo nr.: 46667
Baader AstroSolar filtro solare per binocolo ASBF 100 mm articolo nr.: 46668

3. Prismi solari: la scelta migliore?

Molti ne hanno già sentito parlare: oltre ai filtri solari esistono anche i prismi solari. Sono un’alternativa? Quando si tratta di osservazioni solari dettagliate, certamente sì. Ma solo per rifrattori con un’apertura fino a 150 mm (no riflettori).
Rispetto a un filtro per obiettivo, un prisma di Herschel offre un’immagine solare chiara e ricca di contrasto. Gli osservatori del Sole più esperti sono pronti a giurarlo. Con un prisma di Herschel potete osservare fin nei dettagli più minuti – che siano la granulazione o le strutture attorno a una macchia solare.

APM-Sonnenprisma-Herschelkeil-1-25-

Prisma di Herschel

Consiglio: per l’osservazione con un prisma di Herschel sono assolutamente necessari un filtro ND 3,0 e un filtro polarizzatore variabile.

APM prisma solare/di Herschel 1,25″ articolo nr.: 18916
Baader OD filtro 3,0 ND 1,25″ articolo nr.: 10885
Omegon filtro polarizzatore variabile 1,25″ articolo nr.: 7399
Baader Cool-Ceramic Safety prisma di Herschel V visuale, 2″ articolo nr.: 16816


4. Il Sole in H-Alfa

Le immagini di un’eclissi solare in H-Alfa sono insolite e suscitano sempre molto interesse. Le riprese delle fasi parziali, con protuberanze, macchie e facule sono semplicemente affascinanti. Il filtro solare Quark di Daystar trasforma il vostro rifrattore in un vero telescopio solare, che vi permette di osservare il Sole in H-Alfa. Ecco l’occasione giusta per far diventare un sogno realtà.

DayStar-Sonnenfilter-Combo-QUARK-H-Alpha-Protuberanzen

DayStar Quark H Alpha

DayStar filtro solare QUARK H-Alfa, protuberanze articolo nr.: 44774
DayStar filtro solare Combo QUARK H-Alfa, cromosfera articolo nr.: 48679

Aufgenommen mit dem Omegon ED80 Apo und einem Daystar Quark, Foto: Carlos Malagón

Immagine ripresa con il telescopio Omegon ED80 Apo e un filtro Daystar Quark, foto: Carlos Malagón

5. Piccoli telescopi e montature da viaggio

Chi viaggia in aereo deve far stare tutto in un bagaglio di determinate dimensioni. Il bello di un’eclissi solare è che non richiede strumentazioni ingombranti. Un piccolo apocromatico e una montatura compatta sono più che sufficienti.

iOptron-Montierung-SkyTracker-Pro

SkyTracker Pro

L’offerta spazia dalla  mini-montatura AZ meccanica alla robusta montatura Cube con sistema Goto:

iOptron montatura SkyTracker Pro articolo nr.: 51870
Skywatcher montatura Star Adventurer, Set articolo nr.: 45119
Omegon montatura AZ-Baby articolo nr.: 49753
Omegon treppiede con testa a sfera Pro OM20 articolo nr.: 33149
Omegon Pro treppiede in carbonio montatura articolo nr.: 33146


6. Libri sul Sole

Un primo approccio, chiaro e circostanziato, all’argomento è offerto dal libro in inglese Your Guide to the 2017 Total Solar Eclipse, Springer Verlag,

PS: assicuratevi fin da ora di avere i prodotti giusti. Solo così il vostro viaggio verso l’eclissi solare sarà un’esperienza che non dimenticherete mai.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Eclissi solare USA 2017: ecco cosa c’è da sapere

luglio 17 2017, Marcus Schenk

Qualcosa di imponente scivola davanti al Sole, ricoprendolo. I raggi solari scompaiono, le ombre si modificano, la temperatura si abbassa e le stelle brillano di giorno; il vento si alza e il mondo animale è stranamente calmo.

Le popolazioni antiche temevano questo evento. I cinesi pensavano che un enorme drago inghiottisse il Sole, e che solo facendo baccano fosse possibile convincerlo a risputarlo fuori. Certamente si tratta di un fenomeno inquietante se non sappiamo di cosa si tratta: parliamo di un’eclissi solare.

Gli appassionati lo sanno già da tempo: il 21 agosto 2017 negli Stati Uniti avrà luogo nuovamente un’eclissi solare totale. Si tratta di un’esperienza unica! E molti la aspettano con trepidazione. In questo articolo troverete informazioni importanti su come avviene un’eclissi e sulla sua osservazione.

Solar eclipse Slider EN

Dati in breve: l’eclissi solare 2017 negli USA

L’eclissi solare totale sarà visibile dal Pacifico al Nord America fino all’Atlantico occidentale. Sul continente americano seguirà uno stretto percorso di 115 km di larghezza e attraverserà 14 Stati confederati; questo significa che non sarà visibile dal mare o da aree desertiche, ma dalle zone abitate degli USA. In questo giorno milioni di persone potranno vivere in diretta i 2 minuti e 40 secondi in cui il Sole sparirà del tutto. La fase parziale sarà visibile sia a nord che a sud in tutti gli Stati Uniti. A nord si estenderà fin verso il Canada e a sud fino in Messico e nella parte settentrionale del Sud America.

In oltre: gli americani hanno già trovato un nome per questa eclissi. L’hanno chiamata “The Great American Eclipse”.

NASA-Karte-USA-768x384

NASA The Great American Eclipse

Cos’è un’eclissi totale di Sole?

Un fatto interessante: il Sole è circa 400 volte più grande della Luna, e rispetto alla Luna è anche 400 volte più lontano. Questo significa che Luna e Sole nel firmamento hanno lo stesso diametro. Una fortuna per noi abitanti della Terra, perché solo così la Luna può occultare completamente il Sole, rendendo possibili le eclissi. Se la Luna fosse più piccola o più lontana dalla Terra non avremmo mai il piacere di osservare un’eclissi solare totale. Sarebbe al massimo a forma di anello, e quindi tutta un’altra cosa.

Quando la Luna nuova passa davanti al Sole, nascondendolo, proietta sulla Terra un’ombra che oscura una parte ben delimitata del nostro pianeta. Questa regione può quindi osservare l’eclissi totale di Sole! Al di fuori di quest’area la nostra stella viene solo parzialmente oscurata. Ciò significa che in queste zone non si ha oscurità e la Luna nasconde il Sole solo in modo parziale.

Sonnenfinsternis-Schema

Solar Eclipse schema

Però la Luna nuova c’è tutti i mesi, mentre la stessa cosa non si può dire di un’eclissi solare. Perché? Perché l’orbita lunare è inclinata di 5° rispetto all’eclittica. Nella maggior parte dei casi quindi la Luna nuova passa al di sopra o al di sotto del Sole. E quindi non c’è nessun oscuramento.

Ci sono tuttavia i nodi lunari. Si tratta di punti di intersezione nei quali l’orbita della Luna e l’eclittica si incrociano. Quando la Luna nuova e il Sole si trovano in prossimità di questi due punti, la Luna non transita vicino ma davanti al Sole, che in questa circostanza diventa nero, con l’imponente corona ben visibile. Sulla Terra viene quindi proiettata un’ombra vasta, rotonda ma allungata. La sua larghezza può essere al massimo di 273 km. La totalità, ovvero la copertura completa del Sole, dura al massimo 7,5 minuti. Tuttavia nella maggior parte dei casi non si hanno questi tempi ideali. Nel caso degli USA l’ombra sarà larga appena 115 km, mentre la fase totale durerà 2 minuti e 40 secondi.

Come procederà l’eclissi attraverso gli USA?

Il percorso dell’eclissi attraverserà gli stati centrali. Per l’esattezza: Oregon, Montana, Idaho, Wyoming, Nebraska, Iowa, Kansas, Missouri, Illinois, Kentucky, Tennessee, Georgia, Nord Carolina e Sud Carolina. L’inizio avrà luogo in Oregon. Alle 10:16 am PDT i primi osservatori vedranno la fase totale. PDT sta per Pacific Daytime ed è 9 ore indietro rispetto all’ora legale dell’Europa centrale (CEST). Per chi rimane a casa: il 21/06 alle 19:16 CEST avrà inizio l’eclissi totale negli USA. Tuttavia il primo contatto, ovvero quando il Sole inizia ad essere “morsicato” dalla Luna, avrà luogo prima, alle 09:06 am PDT.

A Salem, la capitale dell’Oregon, l’eclissi durerà al massimo 1 minuto e 58 secondi. Da lì proseguirà verso l’Idaho e poi il Wyoming, terra di origine di uno dei nostri collaboratori. Nella città di Casper, la seconda più grande di questo stato, l’eclissi inizierà alle 11:43 am e durerà 2 minuti e 27 secondi. Qui il meteo di agosto è generalmente buono, ma più ci si sposta verso est, maggiore diventa il pericolo di una copertura nuvolosa. Nel Kentucky la durata della copertura totale raggiunge il suo apice, con 2 minuti e 40 secondi. Alle 14:42 EDT (Eastern Daylight Time) l’ombra raggiungerà il Sud Carolina. Dopodiché  si proietterà sull’Atlantico in direzione dell’Africa e dell’Europa.

SE2017-08-21T

Eclipse

Da ovest verso est in 1 ora e mezza

Il nucleo dell’ombra si muoverà a una velocità massima di 4.260 km all’ora attraverso il continente americano, circa il doppio di un moderno aereo a reazione. In totale negli USA l’ombra percorrerà un tragitto di 4.000 km, o 2.500 miglia, e sarà sufficiente 1 ora e mezza per attraversare il continente. In totale l’eclissi durerà, dal primo contatto all’ultimo, circa tre ore.

Osservazione del Sole solo con una protezione oculare!

Magari avete già da tempo pianificato un viaggio negli USA per accaparrarvi un posto lungo il percorso dell’eclissi. Si stima che il 21 agosto ci saranno probabilmente 7,4 milioni le persone a osservare l’eclissi. È di assoluta importanza che gli occhi siano protetti. Non guardate mai il Sole direttamente senza protezione. Gli occhiali per l’osservazione solare sono ESSENZIALI per proteggere in modo adeguato i vostri occhi. Sicurezza testata prima di tutto! Se per questa occasione pensate a un viaggio negli USA, vi consigliamo gli occhiali per eclissi solare Omegon. Vi raccomandiamo di non utilizzare questi occhiali in combinazione con un altro strumento ottico.

Per un telescopio è d’obbligo un filtro solare. Potete trovare una vasta scelta di filtri per i vostri strumenti qui.

Se non potrete seguire questo evento unico direttamente sul posto, potrete contare sul livestream della NASA.

Link interessanti sull’argomento:

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

I Principali Eventi Astronomici Dell’Estate 2017

luglio 6 2017, Joshua Taboga

u2g-infografica-PRINCIPALI EVENTI ASTRONOMICI DELL‘ESTATE 2017

Giugno

 

3 Giugno – Venere alla sua massima elongazione Ovest

Per tutti i mattinieri, un regalo speciale: il pianeta Venere in tutto il suo splendore. Il secondo oggetto più brillante del cielo notturno dopo la Luna raggiungerà la sua massima elongazione occidentale dal Sole a 46 °. Con un piccolo / medio telescopio dovrebbe essere facile osservarne il disco parzialmente illuminato.

 

5 Giugno – Giochi d’ombre su Giove

Nonostante la sua opposizione sia stata in Aprile, Giove resta ancora un pianeta facilmente osservabile con un disco di 40″ di diametro. Fin dalla prima serata, grazie ad Europa ed IO – due delle sue piu grandi lune – saranno osservabili magnifici giochi d’ombre sulla superficie del pianeta gassoso. Una fantastica occasione anche per realizzare incredibili riprese fotografiche.

 

5 Giugno – Cometa C/2015 V2 Johnson

Questa cometa è recentemente diventata un oggetto ben noto a tutti gli astrofili. C/2015 V2 Johnson è stata scoperta il 3 novembre 2015 e può essere facilmente individuata nella costellazione di Boote vicino la stella Arturto. Con una magnitudo di poco inferiore la 7 ed una posizione circumpolare, resta in bella mostra per tutta la notte. Pertanto, esci fuori il tuo telescopio o binocolo e comincia la ricerca, ne vale la pena!

Le coordinate aggiornate possono essere consultate a questo link: https://theskylive.com/c2015v2-info

 

9 Giugno – La Luna più piccola

Oggi sarà visibile la Luna più “piccola”. Il nostro satellite infatti raggiunge la distanza massima di 405.000 km dalla Terra. Se fossi interessato a comparare il minimo e massimo diametro del disco Lunare vi consigliamo di scattare una foto dell’evento! :-)

 

10 Giugno – La Luna incontra Saturno

La notte offrirà l’oppurtunità di osservare l’incontro tra la Luna e Saturno. La sera, basterà indirizzare lo sguardo verso Sud-Est, al sorgere della Luna. Poco piu in alto, potrete ammirare anche il giallo e brillante pianeta Saturno. I due oggetti celesti saranno separati approssimativamente di 9°.

 

15 Giugno – Saturno in opposizione

Giorno 15 giugno 2017, Saturno, il Signore degli anelli, si troverà alla massima opposizione dal Sole. Visibile per tutta la notte durante tutto Giugno, il nostro più grande pianeta sorgerà poco dopo il crepuscolo serale. Gli anelli del pianeta si troveranno ad un massimo di inclinazione di  26°, permettendoci di osservare numerosi dettagli. Sfortunatamente, la posizione del pianeta sarà alquanto bassa sull’orizzonte quindi suscettibile a disturbi di natura atmosferica durante l’osservazione. In ogni caso, Saturno resta uno degli oggetti più affascinanti del cielo da osservare e fotografare.

 

20 giugno – Congiunzione Luna-Venere

Questa mattina sarà particolarmente bella, naturalmente meteo permettendo! All’alba in direzione Est, potrai osservare una sottile falce di Luna crescente, a soli 4° sopra troverai “la stella del mattino”.

 

27 Giugno – Congiunzione Luna-Regolo

Una visione sempre bella – Una piccola falce di luna crescente appena sopra l’orizzonte. Ancora piu bella quando la Luna decide di incontrare una bella stella luminosa. Oggi la Luna fa visita a Regolo, ai piedi della costellazione del Leone.

 

Luglio

 

1 Luglio – Congiunzione Luna-Giove

Stasera la Luna al tramonto si troverà a 5° di distanza dal pianeta Giove. Mentre ti starai godendo la serata estiva, volgi lo sguardo verso Sud-ovest, ne varrà la pena!

 

4 Luglio – La “maniglia d’oro” 5PM – 10 PM CET

La maniglia d’oro sulla Luna suona come un mito, ma è anche qualcosa di reale, da scoprire davvero – ad un tratto, un anello di luce appare su una parte non illuminata della superficie Lunare. Questo fenomeno avviene sempre quando la Luna crescente è illuminata all’ 83%. Mentre il plateau del Sinus Iridum è ancora al buio, i monti Giura che circondano la valle risplendono sotto i primi raggi del sole nascente creando il fenomeno della “maniglia d’oro” sulla Luna.

 

10 Luglio – Plutone in opposizione

Undici anni fa, il nostro amico Plutone era ancora un pianeta. Poi, il declassamento. Ora Plutone è considerato un pianeta nano e il dispositivo mnemonico per ricordare il sistema solare con 8 pianeti è il seguente: “My very enthusiastic mother just served us noodles”. In ogni caso, Plutone resta un bel target osservativo. Nonostante la massima luminosità raggiunta, una mappa stellare ed un grande telescopio (almeno 150mm di diametro) sono obbligatori per riuscire ad individuare ed osservare il pianeta di magnitudo 14,2.

 

14 Luglio – Occultazione di  X Aqr

La Luna ovviamente, non resta mai ferma in cielo, pertanto avvengono occasionalmente delle occultazioni. La stella scompare da un momento all’altro, ed anche se lo vedi arrivare, è sempre un fenomeno sorprendente. Il 14 di Luglio, la Luna attraversa l’Acquario occultando X Aqr attorno alle ore 1:43 AM CET.  Di grande interesse sarà certamente vedere la stella riappare sul lato illuminato della Luna alle ore 2:56 AM CET.

 

20 Luglio – La Luna incontra Venere ed Aldebaran

Una costellazione di molti oggetti celesti è una sempre una visione entusiasmante per gli osservatori. Il 20 Luglio, converrà essere mattinieri ed alzarsi dal letto alle 4 o 5 AM, per dare un’occhiata verso Est. Sopra l’orizzonte, una Luna crescente insieme al pianeta Venere ed alla stella Aldebaran formerà un bellissimo triangolo.

 

25 Luglio– Congiunzione Luna-Mercurio e Regolo

Ancora un’altra bella congiunzione Lunare, dedicata soprattutto a tutti coloro i quali hanno una visuale libera dell’orizzonte. Una giovane Luna crescente incontra la stella Regolo (Leone) alle 9 PM CET, mentre il pianeta Mercurio dista solo 1° da essi.

 

Agosto
2 Agosto– Congiunzione Luna-Saturno

Nel mese di giugno, Saturno era in opposizione al Sole ma tutt’ora è facile da identificare nel cielo serale. La Luna incontra Saturno il secondo giorno del mese.

 

7 Agosto – Eclisse parziale di Luna

La sola eclissi Lunare parziale raggiungerà una copertura solo del 25%.  Inoltre, sarà visibile solo nell’Europa centrale durante l’ultima fase. La Luna entrerà nell’ombra della Terra attorno le ore 7:23 PM CET. ma solo attorno alle 8:45 CET apparirà visibile nell’europa Centrale, quando ancora il crepuscolo non è veramente sopraggiunto, consentendo agli europei di osservare solo l’uscita dall’ombra.

 

11 Agosto – Perseidi

Ogni anno, siamo felici testimoni del più bello spettacolo meteorico dell’anno: le Perseidi. Nelle prime ore del mattino dell’11 agosto, lo spettacolo meteorico raggiungerà il suo massimo. La frequenza sarà intorno alle 100 stelle cadenti per ora , precipitando giù all’incredibile velocità di 216,000 km/h. La Luna, resterà alta nel cielo durante l’intera notte, pertanto potrebbe arrecare qualche disturbo durante l’osservazione. Per per questo spettacolo pirotecnico dobbiamo ringraziare la Cometa 109P/Swift-Tuttle che, durante la percorrenza della sua orbita attorno al Sole, ha perso frammenti di se stessa. Per questo motivo, ogni anno, quando la Terra attraversa la sua orbita nel mese di Agosto, le Perseidi cadono per tutta la notte.

 

16 Agosto – Congiunzione Luna-Aldebaran

Intorno alle 2:00 AM CET, la Luna sorgerà sopra l’orizzonte. Poco sopra di essa si potrà scorgere la stella principale della costellazione del Toro: Aldebaran.

 

21 Agosto – USA: eclisse totale di Sole

La grande eclisse americana! Tutti in sella da Cowboys, perché il 21 agosto gli Stati Uniti sperimenteranno un’eclissi solare con una zona di “totale” che si estende per 115 km dalla costa del Pacifico attraverso gli Stati Uniti, fino all’Oceano Atlantico: http://xjubier.free.fr/en/site_pages/solar_eclipses/TSE_2017_2024_GoogleMapFull.html  La totalita durera solo 2 minuti e 40 secondi.

 

30 Agosto –  Congiunzione Luna-Saturno

La Luna e Saturno si troveranno nel cielo notturno meridionale a soli 3° di distanza.

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Astroshop e la costruzione dell’osservatorio ScopeDome a Koszalin, in Polonia

giugno 28 2017, Joshua Taboga

Il team Astroshop è stato in Polonia per l’installazione di un osservatorio ScopeDome per la città di Koszalin. L’osservatorio pubblico era il risultato di un’iniziativa diretta da parte dei cittadini.

cache_27626306

cache_27626307 cache_27626309

cache_27626310 cache_27626312

cache_27626313 cache_27626318 cache_27626316

La cupola ScopeDome di ben 5.5 metri ospiterà un’ottica GSO da 16 pollici montato su una montatura EQ 8.

cache_27626319 cache_27626320 cache_27626315 cache_27626314

cache_27626322 cache_27626321

Dopo il montaggio della cupola, ha avuto inizio la seconda fase dedicata all’installazione degli strumenti principali ed accessori correlati.

cache_27626323

cache_27626324 cache_27626331 cache_27626325 cache_27626330

cache_27626328 cache_27626326 cache_27626329

L’Osservatorio oggi è regolarmente visitato e fornisce agli appassionati di astronomia un punto di riferimento ben noto a Koszalin e nella regioni vicine.

Il lavoro svolto sulla cupola e l’uso della stessa è stato ben documentato sulla pagina Facebook dell’organizzazione.

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Quello che funziona bene ritorna: il telescopio ETX-125 di Meade

giugno 26 2017, Stefan Taube

Rieccolo, l’ETX-125 di Meade. Facile da trasportare, adatto a molteplici usi e gestito da computer: questi i principali motivi, che in passato hanno fatto dell’ETX-125 un classico per tutti gli astrofili!

ETX125

I vantaggi del Meade ETX-125:

  • Ottica Maksutov compatta: Elevata distanza focale nonostante la ridotta lunghezza del tubo. Ideale per l’osservazione della luna e dei pianeti, ma anche per l’osservazione della natura di giorno. Questo robusto Maksutov mantiene la collimazione e, grazie al tubo chiuso, dispone di uno specchio protetto dalla polvere e dalle intemperie.
  • Con una apertura di 127 millimetri rappresenta l’ottica di maggiori dimensioni della Serie ETX ed è assolutamente adatto anche per l’osservazione di oggetti al di là del nostro sistema solare: la grande nebulosa in Orione, il grande ammasso stellare M13 nella costellazione di Ercole e molti altri oggetti.
  • Il tubo ottico è solidamente installato in una montatura a forcella. Questa sostiene l’ottica dandole molta stabilità, la orienta con i suoi motori in entrambi gli assi sull’oggetto che si desidera osservare ed esegue l‘inseguimento del telescopio alla rotazione del cielo. In caso di uso sul campo, lo scomparto integrato delle batterie fornisce la corrente necessaria ai motori. L’ETX-125 può anche essere alimentato con corrente tramite un alimentatore di rete.
  • Il tubo poggia solidamente sulla forcella, ma questa, per facilitare il trasporto, può essere separata dal treppiede. Il treppiede costituito da tre tubi di acciaio sostiene il telescopio senza snervanti oscillazioni. Una ulteriore specialità: sul treppiede è integrato un sistema di elevazione per la messa in polare. In questo modo la montatura azimutale a forcella si trasforma in una montatura GoTo parallattica, proprio quella necessaria all’astrofotografia.

E tutto questo a un prezzo conveniente!

Il Meade ETX-125 è un telescopio GoTo. Questo significa che dispone di un controllo computerizzato, con il quale anche al principiante riesce a trovare o identificare oggetti celesti.

Il comando avviene mediante la nuova pulsantiera AudioStar:

AudioStar

Con AudioStar avete la possibilità di scegliere tra 30.000 oggetti celesti. Inoltre il computer di puntamento vi propone anche di osservare alcuni tra i migliori oggetti. Una caratteristica particolare di AudioStar è il commento vocale. Questo fornisce interessanti informazioni sull’oggetto selezionato, ma solo in lingua inglese.

Questo Meade ETX-125, compatto, robusto e a gestione computerizzata è entusiasmante anche nella nuova versione. PIdeale come primo telescopio o secondo telescopio da viaggio!

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

22.08.2017
Spediamo in tutto il mondo
Valuta
Assistenza
Consulenza
Contatti
Universe2Go