Carrello
è vuoto

Post taggati 'saturno'

I giganti gassosi in opposizione

luglio 15 2020, Jan Ströher

Le limpide notti estive di luglio dovrebbero essere dedicate all’osservazione dei grandi giganti gassosi Giove e Saturno, dato che entrambi a metà mese si trovano in opposizione al Sole. Significa che le condizioni sono ideali per noi che osserviamo dall’Europa centrale, poiché i due pianeti raggiungono la massima luminosità apparente e la posizione più alta sull’orizzonte.

Di solito questi due pianeti si trovano purtroppo molto prossimi all’orizzonte, quindi la loro osservazione risulta difficile a causa delle forti turbolenze atmosferiche (il cosiddetto „seeing“). Inoltre una posizione molto bassa sull’orizzonte spesso significa avere un campo visivo ristretto da edifici, montagne o alberi. Gli effetti della turbolenza atmosferica possono tra l’altro essere contrastati con un ADC (“Atmosferic Dispersion Corrector“, o correttore di dispersione atmoferica).

Al momento dell’opposizione i due pianeti si trovano a sud nella costellazione del Sagittario, a un’altezza di circa 21° sull’orizzonte che facilita sensibilmente l’osservazione. La loro luminosità apparente in questo momento è al massimo, quindi i due giganti gassosi sono molto facili da individuare. Una mappa celeste permette un buon orientamento.

Stellarium

Tra l’altro i giganti gassosi sono oggetti fantastici da osservare, anche per i principianti e, con l’aiuto dei genitori, anche per i bambini!

Giove brillerà fino a -2,7 mag, mentre Saturno arriverà a circa +0,1 mag. Inoltre, i due giganti si avvicinerano fino a circa 7° di distanza l’uno dall’altro. Possono quindi essere osservati insieme per un buon lasso di tempo, anche durante le brevi notti estive. Anche con i telescopi più piccoli si potranno distinguere le quattro lune galileiane di Giove, Europa, Ganimede Io e Callisto, ma anche ammirare le principali fasce nuvolose del pianeta; per aumentarne il contrasto spesso si usa un filtro idoneo, per esempio un polarizzatore o un filtro colorato.

Giove nel marzo 2105 (foto: Bernd Gährken, da Monaco nel marzo 2015 con un C11)

Saturno, molto più lontano, ci mostra un impressionante sistema di anelli, ma ottiche più grandi permettono di ammirare anche la divisione di Cassini e quattro, talvolta cinque, tra le maggiori delle sue 82 lune.

Trovi altre informazioni sulle possibilità di utilizzo dei filtri anche qui!

Saturno circondato dalle lune Encelado, Teti, Dione, Rea e Titano (Foto: James Bates, da Berlino nell’agosto 2019, C8, 2x Barlow, ADC, filtro blocco UV/IR, ZWO ASI 224MC).

Il momento esatto dell’opposizione di Giove cade il 14 luglio, per Saturno invece sarà il 20. I mesi di luglio e agosto sono di solito ideali per l’osservazione – quindi anche per le fasi immediatamente prima e dopo la data dell’opposizione.

Chi poi non ne ha ancora abbastanza di osservazioni planetarie può attendere l’opposizione di Marte, che inizia a prepararsi da settembre. Il pianeta rosso è molto più vicino a noi, ma anche molto più piccolo rispetto ai due giganti Giove e Saturno…

Considerata la stagione estiva, potresti anche decidere di mostrare il tuo entusiasmo per i pianeti indossando il giusto outfit.

Ti auguriamo cieli sereni, successo e tanto divertimento per le tue osservazioni!

Notte delle stelle cadenti al Tempio di Segesta

agosto 14 2017, Michele Russo

In occasione del Calatafimi Segesta festival Dionisiache 2017,  la serata del 10 agosto ha avuto come tema principale  lesplorazione notturna sotto il cielo stellato e osservazione delle stelle cadenti.

http://www.distrettosiciliaoccidentale.it/sites/default/files/DMS/Manifesto%20Gallaro.jpg

Presso la suggestiva location del Tempio Dorico di Segesta sito all’interno della famosa area archeologica, Il Planetario di Palermo in collaborazione con Astroshop.it, ha allestito quattro postazioni di telescopi dedicati all’osservazione della Luna ed il pianeta Saturno, grande protagonista di questa estate 2017

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t31.0-8/20748198_2077540989145294_502262742499217258_o.jpg?oh=57547e368904e1247a99e7a6b4183411&oe=5A2D8026

Con l’ausilio di altri strumenti puntatori, gli addetti del Planetario hanno inoltre illustrato le principali stelle e costellazioni della serata.

L'immagine può contenere: una o più persone, persone in piedi, cielo e spazio all'aperto

Nonostante un meteo inizialmente instabile, che ha fatto preoccupare non poco, tutto si è svolto al meglio con un grande successo di pubblico.

L'immagine può contenere: cielo e notte

Il tempio di Segesta ( V secolo a.C.) è un tempio greco dell’antica città di Segesta sito nell’area archeologica di Calatafimi Segesta, comune italiano della provincia di Trapani in Sicilia.

13.08.2020
Spediamo in tutto il mondo
Valuta
Assistenza
Consulenza
Contatti
Universe2Go