Carrello
è vuoto

Archivio per il mese di marzo 2019

Nuovo: filtro interferenziale NB1 di IDAS

marzo 28 2019, Stefan Taube

Le brillanti nebulose a emissione, i resti di supernova e le nebulose planetarie sono oggetti del cielo notturno particolarmente affascinanti, sia per la pura l’osservazione visuale che per l’astrofotografia. La natura fa splendere queste aree con determinati colori spettrali: la luce rossa dell’idrogeno ionizzato e quella verde-azzurra emessa dagli ioni dell’ossigeno, oltre che i colori degli ioni dell’azoto e dello zolfo. I filtri interferenziali lasciano passare questi colori e bloccano la luce diffusa dovuta alla naturale luminescenza del cielo e all’inquinamento luminoso. Il risultato è un forte aumento del contrasto.

IDAS, azienda specializzata nella produzione di filtri, con il Nebula Booster NB1 lancia sul mercato un nuovo filtro interferenziale molto performante e allo stesso tempo non particolarmente costoso. Come mostra la curva di trasmissione, questo filtro lascia passare con una trasmissione elevata tutte le linee spettrali rilevanti con una banda passante sorprendentemente stretta: un vero amplificatore di nebulose!

Transmissionskurve IDAS NB1

Curva di trasmissione del filtro IDAS NB1

Questo filtro è perfetto per la fotografia di vaste regioni nebulari poiché lascia passare i colori tipici di questi oggetti e blocca la nociva luminescenza del cielo. Inoltre elimina completamente il vicino infrarosso fino a 1100 nanometri. Questa è una caratteristica molto importante perché le camere di ripresa sono ancora abbastanza sensibili a queste frequenze dello spettro elettromagnetico, mentre le ottiche dei telescopi sono ottimizzate per il range della luce visibile ma sono carenti nell’infrarosso.

IDAS Nebula Booster NB1

IDAS Nebula Booster NB1

Il filtro Nebula Booster NB1 è disponibile in due versioni da 48mm e da 52mm per le più comuni filettature per filtro e può essere avvitato sia agli oculari, sia direttamente alle camere di ripresa.

Offerte di primavera: molti binocoli e visori notturni in promozione!

marzo 20 2019, Betty Lux

La primavera è alle porte. Diamo il benvenuto alla nuova stagione con grandi sconti – ma solo fino al 31 maggio 2019!

Sia le persone che gli animali amano farsi accarezzare dai primi raggi di sole primaverili. Gli uccelli iniziano a cinguettare di nuovo e le piante scoprono nuovi germogli. Non perderti neppure un secondo prezioso di tutto questo, approfitta dei nostri sconti per regalarti il binocolo o il visore notturno ideale!

 

Ecco un esempio di alcuni dei nostri prodotti in promozione:

 

Ma i prezzi sono stati ridotti per un periodo limitato anche su molti altri prodotti, compresi cannocchiali terrestri, microscopi e molto altro. Vi auguriamo un’infinità di divertenti avventure all’aria aperta!

Per scegliere l’ottica giusta, ecco le novità 2019!

marzo 13 2019, Betty Lux

Il nuovo anno corre veloce, ed anche i nostri fornitori di ottiche e binocoli vanno a tutto gas, con tantissime innovazioni e nuovi prodotti:

Osservazione naturalistica o birdwatching: con questo versatile strumento non si sbaglia mai

Sul mercato è arrivato il nuovissimo binocolo Celestron Trailseeker ED. L’apprezzata serie Trailseeker esiste già da molto tempo, ma ora è stata ampliata dotandolo di pregiati vetri ED. I rinomati vetri ED, ovvero „Extra Low Dispersion Glass“, riducono al minimo l’aberrazione cromatica. Si tratta di un grande vantaggio, specialmente quando si osserva in cattive condizioni di luce, come per esempio al crepuscolo. In primavera, nonostante spesso il tempo sia buono, fa ancora buio presto. Ma con questo binocolo potrai osservare uccelli e altri animali fino alle prime ore della sera. Assapora ogni singolo momento della tua escursione nella natura – il Trailseeker ED è il compagno ideale!

Celestron Trailseeker ED 8×42

E a proposito della notte, che ne pensi di un visore notturno?

Non è un caso se oggi i visori notturni sono più richiesti che mai. Fino a pochi anni fa questi strumenti erano da un punto di vista tecnico ancora immaturi, poco maneggevoli e soprattutto costosi. Per fortuna questa fase ooggi è stata superata, come dimostra il nuovo visore notturno Minox NVD 650. Con un ingrandimento di 6x, che può essere aumentato digitalmente fino a 30x, questo strumento permette di riconoscere alcuni dettagli perfino nell’oscurità. Ma la vera particolarità sta nella sua portata visiva: fino a 350 metri, con cui il Minox NVD 650 si colloca all’apice della categoria dei visori notturni di prima generazione! Inoltre, foto e video possono essere salvati in una scheda micro SD e condivisi con amici e famiglia in un secondo momento. Il tutto ad un ottimo rapporto prezzo-prestazioni.

Visore notturno Minox NVD 650

Hawke Frontier ED X – Immergiti in un nuovo mondo

Con appena 700 grammi di peso, il binocolo Frontier ED X 10×42 di Hawke è perfetto per gli amanti della natura più esigenti, che non vogliono rinunciare a nulla. Anche in questo caso tutto si basa sul vetro ED a bassa dispersione, combinato ad una struttura particolarmente compatta, Gli oculari possono essere uniti per una separazione di soli 105 mm. Chi considera la maggior parte dei binocoli compatti troppo piccoli o non sufficienti dal punto di vista tecnico e meccanico, troverà nel Frontier ED X un compagno ideale. Grazie al riempimento in azoto ed al pregiato set di accessori, questo strumento soddisfa tutti i desideri degli appassionati di attività outdoor.

AWKE Fernglas Frontier ED X 10x42

Binocolo HAWKE Frontier ED X 10×42

 

 

Scopri da noi i nuovi binocoli e le nuove ottiche dei più rinomati produttori ed approfitta del nostro vasto assortimento. Il momento giusto per farlo è adesso  perchè le disponibilità è ancora scarsa ma molto è disponibile pronta coinsegna in magazzino. Per indimenticabili momenti immersi nella natura!

Infografica: Momenti astronomici importanti nella primavera 2019

marzo 1 2019, Marcus Schenk

Quando le temperature diventano più miti, molti osservatori sono pronti ad uscire di nuovo regolarmente per ammirare il cielo stellato. Ed in primavera il cielo mostra un volto completamente diverso. Ma quali saranno gli eventi che varrà la pena osservare?

Il calendario celeste per i prossimi tre mesi: La nuova “infografica” astronomica “Momenti astronomici importanti nel cielo primaverile” vi mostra in breve cosa succede nel cielo da marzo a maggio 2019.


Marzo

3 marzo – Una “collana” di pianeti all’alba di Luna, Venere, Saturno e Giove

Vale la pena alzarsi presto: perché questa mattina vedremo i pianeti Giove, Saturno e Venere come se fossero perle attaccate ad un filo. Alle 6 circa ci sarà la luna all’orizzonte ad accompagnare questo spettacolo. Le costellazioni Scorpione e Sagittario sono i primi precursori dell’estate, ma ci vuole ancora molto tempo prima che si possano vedere nel cielo serale.

11 marzo – La luna incontra Marte

Sia ad occhio nudo che con l’aiuto di un binocolo la luna e Marte offriranno una bellissima scena. Entrambi si trovano molto vicini ad una distanza di soli 5 gradi. La luna cresce solo da 5 giorni e si mostra a noi come una falce.

16 marzo – Maniglia d’oro

Un evento molto affascinante: la maniglia d’oro sulla Luna. Come una maniglia di luce essa spezza la notte lunare appena al di là del Terminatore (linea grigia o zona crepuscolare). Mentre il cratere Sinus Iridum si trova ancora al buio, il sole illumina già la vetta contornata della catena montuosa del Giura. Un anello d’oro nell’oscurità.

27 marzo – La luna incontra Giove

In questa notte la luna sorgerà solo dopo la mezzanotte. Tuttavia, non sarà sola. Sarà accompagnata da Giove e vagherà con lui nel cielo per il resto della notte. Giove rimarrà poco sotto la luna ad una distanza di circa 50 secondi d’arco.

 

Aprile

5 aprile – Asteroide Iris in opposizione

Iris è uno dei più grandi oggetti catalogati della fascia degli asteroidi con  un diametro di circa 200 chilometri. Il 5 aprile entrerà in opposizione al sole e raggiungerà una magnitudine di 9,4.

9 aprile – Asteroide Pallade in opposizione

Questo mese l’asteroide Pallade entra in opposizione e raggiunge una magnitudine di 7,9. Quindi potrà essere visto a partire con l’aiuto di un binocolo, ed osservato sicuramente con un telescopio. Ma esso sembrerà solo un ulteriore puntino tra stelle. Tra il 10 e il 12 aprile Pallade passerà il luminoso η Boötis con una magnitudine di 2.6. Sarà facile vederli entrambi, poiché visibili in un unico campo visivo.

9 aprile – Incontro tra Luna, Marte e Aldebaran

La stretta falce di luna si mostrerà stasera, insieme a Marte e alla luminosa stella principale Aldebaran, nella costellazione del Toro.

11 aprile – Massima elongazione occidentale di Mercurio

Mercurio orbita velocissimo e vicinissimo intorno al Sole, così che non sarà possibile osservarlo in ogni momento. Ma adesso Mercurio si troverà ad una elevata distanza angolare di 27° dal sole. Tuttavia, non sarà possibile vederlo all’alba.

12 Aprile Virginidi

Lo sciame meteorico delle Virginidi ha origine dalla costellazione della Vergine. Tuttavia, lo sciame, con un massimo di 5 stelle cadute all’ora, sarà molto piccolo. Il miglior momento di osservazione è verso la mezzanotte.

22 aprile Liridi

La massima attività dello sciame meteorico delle Liridi è il 22 aprile con un numero variabile da 10 a 20 meteore all’ora. L’orario ottimale di osservazione è tra le 22:00 e le 4:00 del mattino. Prima di mezzanotte possiamo goderci la volta stellata senza la luna che ci ostacola. Il radiante, cioè il punto di partenza dello sciame si trova nella costellazione della Lira.

25 Aprile La Luna incontra Saturno

Stasera la luna farà un’altra visita al pianeta degli anelli. Potremo godere di questa bellissima vista nelle prime ore del mattino a partire dalle 3 circa. Sopra, in alto a destra brillerà il gigante gassoso Giove con una magnitudine di -2.4. Una tale catena lunare e planetaria è una buona occasione per realizzare delle foto molto affascinanti.

 

Maggio

6 maggio – Occultazione 61 Tau (per esperti)

L’orbita lunare attraversa la costellazione del Toro e le Iadi, per cui avvengono spesso interessanti occultazioni stellari di stelle luminose. Questa sera le stelle 61 Tau e 68 Tau saranno coperte dalla sottile falce di luna. Uno svantaggio: queste occultazioni si svolgono nel cielo diurno o appena sopra l’orizzonte all’inizio del cielo crepuscolare. Alle 19:18 CEST, la stella 61 Tau (ancora nel cielo diurno) scompare dal lato non illuminato della luna e riappare circa un’ora dopo dall’altro lato. Attenzione: al momento dell’occultazione il sole è ancora nel cielo. Non guardare il sole direttamente! A causa della luce del giorno, l’occultazione della stella non sarà visibile da tutte le posizioni.
Migliori opportunità di visibilità dell’occultazione sarà nella successiva, osservabile dalle regioni meridionali: alle 20:47 CET, la luna coprirà la stella 68 Tau, alle 21:30 CET apparirà nuovamente dall’altro lato.

8 marzo – La luna incontra Marte

La sera del 7 e dell’8 maggio la luna si incontrerà con Marte La falce di luna è illuminata solo dell’8,8 % ed apparirà molto delicata nel colorato cielo serale. Il 7 il pianeta rosso brillerà ad appena 5 gradi sopra la luna, la sera dell’8 invece la luna ha sorpassato Marte e passerà dal Toro alla costellazione dei Gemelli.

18 maggio – Luna blu

Luna blu è il nome con cui, in passato, si indicava la terza di quattro lune piene osservabili all’interno di una stessa stagione. Oggi, si parla di “luna blu” quando la luna piena cade due volte in un mese e si verifica circa ogni 2,5 anni. Naturalmente il nome non ha nulla a che fare con la luna piena la quale sarà sempre dello stesso colore.

20 maggio – Congiunzione Luna – Giove

Alle 22:30 CEST la luna e Giove attraversano l’orizzonte e nella seconda metà della notte vagheranno insieme fino all’alba. Per la maggior parte della notte saranno gli oggetti celesti più luminosi. Solo nelle prime ore del mattino sorgerà ad est la luminosa Venere.

Il PDF dell’infografica è disponibile tramite il seguente link.

 

17.11.2019
Spediamo in tutto il mondo
Valuta
Assistenza
Consulenza
Contatti
Universe2Go