Carrello
è vuoto

Home > Telescopi > Celestron > CGX > Celestron Telescopio Astrograph S 203/400 RASA 800 CGX GoTo

Celestron Telescopio Astrograph S 203/400 RASA 800 CGX GoTo

Prodotto n.: 62269
Produttore: Celestron

$ 5.400,00

IVA incl.
Celestron Telescopio Astrograph S 203/400 RASA 800 CGX GoTo
Celestron Telescopio Astrograph S 203/400 RASA 800 CGX GoTo
Celestron Telescopio Astrograph S 203/400 RASA 800 CGX GoTo
Descrizione prodotto
Specifiche
Recensioni clienti
Accessori raccomandati
Downloads

Descrizione prodotto:

Camera Schmidt digitale per l'astrofotografia grandangolare!

Questo astrografo facilita enormemente la ripresa di immagini eccezionali tramite le moderne camere DSLR o CCD astronomiche. L'ottica di nuova concezione dispone di un correttore a quattro lenti, con vetri in terre rare, che abbattono le aberrazioni cromatiche e dell'immagine, come il coma e la curvatura di campo. Nessun astrografo in questa fascia di prezzo aveva mai garantito immagini stellari e una qualità ottica di questo tipo su tutto il campo visivo.

  • Sistema ottico 11" f/2,2 super veloce: ottimizzato per il formato APS e perfino per sensori con diagonale fino a 70 mm
  • Tempi di esposizione estremamente brevi: l'astrografo RASA riprende immagini venti volte più velocemente rispetto agli strumenti con rapporto focale f/10! Trenta secondi con f/2,2 corrispondono a dieci minuti con f/10 - il controllo dell'inseguimento diventa superfluo!
  • Enorme campo visivo: a una lunghezza focale di 620 mm potrete riprendere facilmente immagini grandangolari e mantenere sempre la visione d'insieme
  • Eccezionale meccanismi di messa a fuoco: i nuovi cuscinetti in bronzo impediscono lo slittamento dell'immagine, mentre il focheggiatore Feather-Touch Micro 10:1 permette la massima precisione nella regolazione fine!
  • Caratteristiche innovative: la silenziosa ventola 12V-MagLev riduce la fase di raffreddamento, blocca la polvere e garantisce un'aerazione ottimale all'interno del tubo. Nella spedizione sono inclusi svariati adattatori per le camere delle comuni marche . Backfocus degli adattatori inclusi: 55 mm; backfocus del gruppo lenti anteriore: 69,26 mm

RASA sta per Rowe-Ackermann-Schidt-Astrograph: Dave Rowe e Mark Ackermann sono famosi inventori di strumenti ottici che hanno registrato insieme numerosi brevetti. La loro competenza ed esperienza caratterizzano gli astrografi RASA.

Altre particolarità del RASA 800:

  • Sistema di messa a fuoco estremamente stabile: 6 cuscinetti a sfera di precisione sigillati impediscono lo scivolamento dell’immagine
  • Supporto filtri interno: un filtro integrato per l'inquinamento luminoso senza soluzione di continuità nel percorso della luce
  • Range spettrale da 390 a 800 nanometri, in modo da poter registrare un segnale complessivo più luminoso

Per quale camere è adatto il RASA 800?


Rispetto al più grande RASA 1100, ottimizzato per camere DSLR e grandi CCD, il modello 8" è stato creato per le camere astronomiche a colori CMOS, camere più piccole e senza specchio. Il backfocus a disposizione non permette il funzionamento del telescopio con le comuni camere DSLR. È ottimizzato per sensori con una diagonale fino a 22 mm e offre buone prestazioni anche con sensori fino a 32 mm. I sensori in formato APS-C usati in molte camere senza specchio sono una buona scelta. I sensori a pieno formato da 42 mm funzionano ugualmente, ma la prestazione agli angoli del sensore è inferiore e l’illuminazione di campo ridotta. Inoltre non consigliamo di combinare il RASA 800 con un corpo camera con diametro superiore a 10 cm.

La montatura CGX: il nuovo standard per l’astronomia e l’astrofotografia itineranti!

La CGX è una montatura completamente riprogettata che, con la sua grande capacità di carico, è in grado di soddisfare anche le esigenze più elevate, pur rimanendo adatta anche all’uso itinerante.

Un nuovo design:

  • La piastra si trova più vicino all’asse dell’ascensione retta. La leva ridotta garantisce maggiore rigidità e una risposta migliore alle vibrazioni. Il motore di declinazione agisce allo stesso tempo da contrappeso.
  • La CGX si trasporta facilmente grazie alle maniglie integrate. Anche il treppiede può essere chiuso senza necessità di svitare il piano di appoggio. Le incisioni sulle gambe del treppiede permettono di ritrovare velocemente l’altezza preferita, mentre i morsetti scongiurano il rischio di rimanere impigliati perché sono posti sul lato interno delle gambe. Il nuovo treppiede ottimizzato è dotato anche di una base di appoggio più ampia, che lo rende ancora più stabile.
  • I motori sono cablati all’interno della montatura. Solo la pulsantiera e il cavo di alimentazione sono liberi, ma gli attacchi di entrambi I cavi sono sistemati in modo che le prese non si muovano con la montatura. Tutto questo impedisce di inciampare o di strappare i cavi accidentalmente. I cavi interni non possono staccarsi, grazie alla presenza di un apposito blocco.
  • Grandi maniglie per il fissaggio dei due assi, per la regolazione azimutale e per l’asse polare. L’inclinazione dell’asse polare può essere modificato perfino sotto carico. Non è necessaria l’apertura dei morsetti, che modifica inevitabilmente la regolazione; grazie a un cuscinetto in teflon anche la regolazione azimutale sotto carico non è un problema.
  • Anche la sella della montatura è dotata di grandi maniglie, adatte anche all’uso con i guanti, ed è compatibile con piastre a coda di rondine sia di tipo Losmandy che di tipo Vixen.
  • La CGX può inseguire oggetti fino a 20° oltre il meridiano. Un blocco automatico impedisce alla montatura di ruotare completamente: nessuna collisione con il treppiede, quindi, e nessun problema con i cavi interni.

Una meccanica eccellente:

  • I motori migliorati con un elevato momento garantiscono movimenti e inseguimenti fluidi anche con carichi pesanti.
  • La trasmissione a cinghia garantisce tempi di reazione ridotti e minimizza il gioco ("backlash") che si nota al cambio di direzione della rotazione. La montatura ha un funzionamento silenzioso, senza lo stridere fastidioso degli ingranaggi.
  • Un meccanismo a molla garantisce uniformità di pressione tra ruota e albero elicoidali. Questo riduce l’attrito e ottimizza il funzionamento del meccanismo.

Elettronica ottimizzata:

  • L’Encoder ottico registra la posizione della montatura. In questo modo è possibile ritrovare sempre il punto di partenza e i motori possono essere fermati prima che la montatura raggiunga il limite meccanico di rotazione.
  • Il nuovo software di controllo è il risultato di una progettazione condivisa tra Celestron e Planewave Instruments. Garantisce un GoTo preciso e altri vantaggi specialmente nell’uso da remoto.
  • La CGX è dotata della più recente pulsantiera NexStar+, con porta USB per un collegamento facile al PC. Un orologio interno memorizza le informazioni relative a luogo e ora dell’ultima osservazione.
  • Due ulteriori porte AUX permettono il collegamento di altri accessori, per esempio del modulo SkyPortal. Naturalmente è presente anche una porta per autoguida.

Con la procedura All-Star Polar Alignment integrata nella pulsantiera non avrete bisogno di alcun cercatore polare. Basta orientare in modo approssimativo la montatura e procedere poi con la regolazione fine usando qualsiasi stella. L’eccezionale struttura meccanica lo permette anche a pieno carico. Anche l’inizializzazione del GoTo, lo "Star Alignment", con tutte le nuove montature Celestron è un gioco da ragazzi.

Con la montatura CGX Celestron porta sul mercato un prodotto maturo, che riflette il design raffinato del produttore.

Software di controllo PlaneWave Instruments per montature CGX e CGX-L Celestron:

Il PWI Telescope Control permette alle montature di raggiungere la loro massima precisione possibile. Il collegamento della montatura al PC tramite USB facilita l’individuazione degli oggetti grazie a Sky Viewer. Ma potete anche scegliere cosa osservare dalla enorme banca dati interna. Inoltre il software PWI è collegato al database astronomico online SIMBAD per avere ancora più oggetti a disposizione.

Il software PWI sfrutta la funzione PointXP Mount Modelling per consentire l’uso di numerose stelle di riferimento, raggiungendo così la precisione massima possibile. La funzione PointXP (usata anche nel modulo StarSense AutoAlign) offre una maggiore precisione rispetto a una pulsantiera classica, perché basandosi su più stelle può tenere conto di vari errori di allineamento, inclusa la deviazione del dispositivo. Come risultato, il GoTo è sensibilmente più preciso.

Caratteristiche del software PWI:

  • PointXP Mount Modelling, per avere tutte le stelle di riferimento che si desidera
  • Sviluppato da Celestron in collaborazione con PlaneWave Instruments
  • I futuri aggiornamenti conterranno altre funzioni e migliorie
  • La mappa celeste Sky Viewer facilita la ricerca degli oggetti
  • Vasta banca dati, compresa banca dati online

Il software è adatto a Windows 7, 8 e 10, disponibili nella cartella Downloads. Qui trovate anche le istruzioni in inglese in formato PDF.

Vista posteriore: il telescopio ottimizzato per l'astrofotografia non ha focheggiatore.
Sezione con schema ottico
Trasmissione a cinghia dentata
Comoda maniglia per il trasporto
Esempio d'uso
Immagine esempio 1
Immagine esempio 2

Accessori raccomandati:

 
dettagli accessori
20.11.2019
Spediamo in tutto il mondo
Valuta
Assistenza
Consulenza
Contatti
Universe2Go