Carrello
è vuoto
Iscriviti a RSS Feed oppure ATOM Feed

ATLAS Y4 C/2019: una cometa luminosa visibile a occhio nudo?

marzo 27 2020, Marcus Schenk

Solo l’immensità dello spazio. Nessun visitatore.

Da anni nella vastità del sistema solare non vi erano accadimenti degni di nota e solo i pianeti continuavano la loro orbita instancabile attorno al sole.

Ma l’attesa è giunta al termine.

Finalmente abbiamo un visitatore, una cometa luminosa che potrebbe diventare un grande avvenimento nei mesi di aprile e maggio. Probabilmente sarà persino visibile a occhio nudo.

Porta il bellissimo nome di: ATLAS Y4 C/2019. Già ora è ben visibile con il telescopio. Un piacevole passatempo in periodo di coronavirus, laddove tutti siamo chiamati a rimanere nelle nostre case e rinunciare ai contatti sociali. Tenete il vostro telescopio a portata di mano, perché la prospettiva è davvero emozionante.

Komet Y4 ATLAS

La cometa ATLAS Y4 C/2019 con la sua coda verde in prossimità delle galassie M81 e M82 il 19 e 20 marzo 2020. Fotografata con una Canon 600Da – Canon EF 200 mm f2.8 L – @f3.5 (pannello frontale step-down-ring), 76x2min –> 2h32min – ISO800, Vixen GP-DX – MGEN II. Adattamento ed elaborazione in DeepSkyStacker e Photoshop, autore dell’immagine: Johannes Hildebrandt

La Grande Cometa del 2020?

Nelle Hawaii si trova l’Asteroid Terrestrial impact Last Alert System, in breve Atlas. Un sistema che ispeziona il cielo alla ricerca di oggetti in prossimità della terra che potrebbero costituire un pericolo con lo scopo di prevedere un possibile impatto. Il 28 dicembre 2019 il sistema robotizzato ha scoperto questa cometa durante il suo percorso attraverso il nostro sistema solare. Gli astronomi hanno constatato che la sua traiettoria era molto simile a quella della Grande Cometa del 1844, che a quel tempo aveva raggiunto una luminosità di magnitudine -1. È stato anche ipotizzato che ATLAS Y4 fosse un frammento del corpo celeste dell’epoca e che quindi potrebbe diventare altrettanto luminosa. Questo fattore da solo basta a rendere entusiasmante l’osservazione del suo tragitto.

Ma possiamo davvero aspettarci qualcosa di simile da Atlas Y4 C/2019?

Forte aumento della luminosità fino a maggio

La sua luminosità aumenta certamente in modo molto rapido. Quando è stata scoperta, nel mese di dicembre, risultava ancora irraggiungibile con un magnitudo 19. Nel frattempo, però, la sua luminosità è aumentata fino a una magnitudine di circa 8. Nel complesso si tratta pertanto di un incremento di 25.000 volte. Sarà ancora più interessante da ora fino alla fine di maggio: la sua luminosità continuerà infatti a intensificarsi. Già ora ha ampiamente superato le aspettative iniziali.

Attualmente sta penetrando nella nostra area dei pianeti più esterni. Il 24 maggio oltrepasserà la Terra a 117 milioni di chilometri di distanza e la sua traiettoria raggiungerà il punto più vicino al sole il 31 maggio, quando sarà ancora all’interno dell’orbita di Mercurio. In questo periodo, secondo le previsioni, può raggiungere una luminosità di magnitudine 2. In questo modo sarebbe visibile con qualsiasi binocolo e anche a occhio nudo.

È perfetto: per noi dell’“emisfero settentrionale”, la cometa si trova in una posizione pressoché geniale.

L’abbiamo già osservata

Negli ultimi giorni, alcuni all’interno del nostro team hanno già potuto osservare la cometa. Lo scorso fine settimana anche io ho effettuato un’osservazione. Con il mio telescopio Taurus Dobson 12” ho potuto individuarla immediatamente. Il puntino luminoso spiccava chiaramente tra le stelle circostanti. La coda si presentava rotonda e uniforme, con un’area centrale più chiara. Ai margini di un cielo stellato di una piccola città, dopo aver osservato con il mio oculare SWA da 32 mm, ho inserito un oculare Nagler da 11 mm con un ingrandimento di circa 140 volte.  La cometa ha acquisito così un contrasto maggiore, distinguendosi ancora meglio nello sfondo del cielo. Un’esperienza fantastica. Ma anche con il binocolo Nightstar 20+40×100  la cometa era già visibile.

Zeichnung von Komet C/2019 Y4 ATLAS

Rappresentazione della cometa Atlas Y4 C/2019 in data 22/03/2020 che riproduce l’esperienza visiva nel telescopio 12″ di Dobson, Marcus Schenk.

Dove si trova la cometa Atlas Y4 C/2019?

Non in fondo all’orizzonte, ma in posizione alta e circumpolare. Una posizione favolosa per ogni osservatore. Attualmente il nostro vagabondo sta viaggiando attraverso l’Orsa Maggiore, che fortunatamente ora in primavera si presenta in alto nel cielo. Di conseguenza le condizioni sono favorevoli affinché possiate osservarla con il vostro telescopio. State pensando di procurarvi un telescopio? Allora dovreste affrettarvi.

Nei mesi di aprile e maggio si muoverà attraverso la costellazione della Giraffa e si dirigerà verso Perseo. Diventerà visibilmente più luminosa, ma con il tempo perderà in altezza, sarà quindi ancora più importante osservare da un luogo piuttosto buio e con poche nuvole all’orizzonte. In tempi di coronavirus e rigorose restrizioni per uscire di casa, sono stato felice di poter osservare la cometa dal mio giardino in una posizione ancora così elevata.

Come potete trovare la cometa?

Una mappa aggiornata è disponibile, ad esempio, al link skyhound.com.

Oppure potete consultare una mappa riferita a una data specifica al link die Theskylive

Volete vedere la cometa ancora meglio? Il filtro cometa Lumicon viene in vostro aiuto, migliorando il contrasto della coda e dell’eventuale chioma gassosa.

Potremo vedere la cometa a occhio nudo? Nonostante tutti i calcoli e le previsioni, la risposta è scritta nelle stelle. Speriamo per il meglio. Godetevi lo spettacolo con il vostro telescopio o binocolo. Dopo tutto, chi può dire quanti anni dovremo aspettare di nuovo per una cometa così luminosa?

Se siete alla ricerca di un telescopio, accessori o un binocolo, nonostante in Baviera la crisi dovuta al coronavirus sia peggiorata, siamo a vostra disposizione telefonicamente e via e-mail. Inoltre: i nostri coraggiosi colleghi del reparto spedizioni sono operativi e spediranno i vostri ordini in tempi brevissimi.

 

Binocolo da Omegon per osservare i campi stellari: 30 euro di sconto per il super occhio

marzo 13 2020, Marcus Schenk

Il nuovo binocolo è un piccolo strumento per l’osservazione del campo stellare. Si può usare per osservare le stelle, le costellazioni o la Via Lattea, ma non come con un classico binocolo, ma come se i vostri occhi fossero molto più sensibili e forti, o come se all’improvviso avessi la visione di un super occhio.

Sternfeldglas

Binocolo per vedere il campo stellare 2,1×42

Ora molto più economico
Prendete ora il nuovo binocolo Omegon 2,1×42 per l’osservazione del campo stellare ad un prezzo più favorevole, perché li abbiamo ridotti da 179,- a 149,-. Si risparmia 30 euro rispetto al prezzo normale.

Immaginate di poter vedere tante stelle dalla città come in campagna. Immaginate che in una notte calda si possa vedere un ammasso di stelle e grandi nebulose nella Via Lattea. E tutto questo con uno strumento che sembra un occhiale a stella e non un classico binocolo. Finalmente si può vedere di nuovo il cielo stellato. Questo è il nuovo binocolo di Omegon.

 

I vantaggi a colpo d’occhio:

– Come gli occhiali che si indossano per guardare il cielo stellato.

– Estremamente luminoso: apertura 42 mm e ingrandimento 2.1.

– Ampio campo visivo: Osservare costellazioni complete in un unico campo visivo.

– Vedere molte più stelle che ad occhio nudo, anche con l’inquinamento luminoso.

– Vista piacevole, anche con gli occhiali.

Godetevi una fantastica vista sul cielo stellato con il nuovo binocolo Omegon.

Infografica: principali eventi astronomici della primavera 2020

marzo 4 2020, Marcus Schenk

Anche in primavera il cielo notturno ha molto da offrire: incontri ravvicinati tra giganti gassosi, un pianeta che transita accanto a un ammasso stellare, occultazioni e perfino una cometa che potrebbe diventare visibile con il binocolo.

Ti auguriamo buon divertimento con l’ultima infografica „Principali eventi astronomici della primavera 2020“. Di seguito trovi la descrizione di ogni singolo evento.

Marzo

8 marzo, Venere e Urano in congiunzione
Venere luminosa, Urano debole: questi due pianeti oggi si trovano in congiunzione nel crepuscolo serale, con Venere che passa veloce vicino al gigante gassoso, a una distanza di circa 2°. Li puoi ammirare facilmente con un binocolo.

18 marzo, la Luna in congiunzione con Marte e Giove
Stamattina chi si alza presto verrà premiato con uno spettacolo particolare. Sopra l‘orizzonte sud occidentale potrai ammirare infatti un‘affascinante congiunzione, composta dalla Luna in fase calante, Giove e Marte. Un po‘ più a est anche Saturno si unisce alla compagnia.

20 marzo, Giove e Marte in congiunzione
Marte fa di nuovo visita ai grandi pianeti. Nel primo mattino di oggi si avvicina a Giove, fino a una distanza di 40 arcosecondi. Nei giorni successivi gli passerà accanto per dirigersi verso Saturno.

24 marzo, Venere nella massima elogazione orientale
Venere si presenta come un interessante oggetto da osservare, ora che è illuminato per metà. Per quasi tutta la prima parte della notte appare come una bella stella della sera, che brilla con una luminosità di -4,3 mag. Scenderà sotto l’orizzonte poco prima delle 23 CET.

29 marzo, la Luna occulta Epsilon Tau
Lentamente l’inverno si congeda dal cielo notturno. Ma le costellazioni di Orione e del Toro sono ancora completamente visibili nel cielo occidentale. Questa sera potrai assistere a un’interessante occultazione da parte della Luna: verso le 21:30 CET il profilo in ombra del nostro satellite si avvicina a Epsilon Tau, stella con una luminosità di 3,5 mag nell’ammasso delle Iadi, occultandola alle 21:35 CET dal suo lato in ombra.

Aprile

2 aprile, Giunone in opposizione
Giunone è un grande asteroide della fascia principale, con un diametro di 257 chilometri. Il 2 aprile raggiunge la sua opposizione rispetto al Sole e brilla con una luminosità di 9,5 mag.

3 aprile, le Pleiadi e Venere in congiunzione
Un incontro insolito: il 3 aprile nel cielo della sera possiamo ammirare Venere che fa visita alle Pleiadi. Uno spettacolo piuttosto raro, ancora più bello se osserviamo i due oggetti con un telescopio, o li catturiamo con una foto.

15 aprile, la Luna in congiunzione con Giove, Saturno e Marte
Il trio composto da Giove, Saturno e Marte in questo periodo è visibile ogni mattina prima dell’alba, nel cielo a sud-est. Anche se magari non è tua abitudine, qualche volta vale la pena di alzarsi presto. Stamattina, per esempio, la Luna si unisce ai tre pianeti, offrendo uno spettacolo affascinante.

26 aprile, la Luna e Venere in congiunzione
La Luna di soli tre giorni brilla nel cielo serale in una falce sottile e delicata. Oggi le fa compagnia Venere, la luminosa stella della sera.

28 aprile, Venere nella sua massima luminosità
Una fiamma che splende nel cielo: se guardiamo la volta celeste Venere ci appare luminosa e scintillante. Molti potrebbero scambiarla per i fari di un aereo, o per un UFO. Noi però lo sappiamo: Venere in questo momento riflette più del 75% della luce solare, motivo per cui appare così brillante.

Maggio

3 maggio, la Luna occulta Nu Virginis
La Luna si avvicina dal suo lato in ombra alla stella Nu Virginis, nella costellazione della Vergine. Alle 23:48 CET la stella scompare dietro il nostro satellite, per riapparire dopo 40 minuti dal lato illuminato. Prima dell’osservazione controllate gli orari esatti dell‘occultazione, perché possono variare leggermente in base alla posizione geografica del luogo da cui osservate.

12 maggio, la Luna in congiunzione con Giove e Saturno
Nelle ultime ore della notte il dream team del Sistema Solare appare nel cielo sopra l’orizzonte: Giove luminoso, la Luna ancora più luminosa e Saturno, un po‘ più debole.

15 maggio, la Luna e Marte in congiunzione
Poco prima che il cielo inizi a schiarirsi si possono vedere il Pianeta Rosso e la Luna a circa 3° di distanza l’uno dall’altra, tra le costellazioni dell’Acquario e del Capricorno. In alto a destra, a una distanza angolare di circa 30°, si trovano i due giganti gassosi Giove e Saturno.

15 maggio, cometa C/2017 T2 (Panstarrs)
In maggio questa cometa potrebbe diventare davvero interessante. Se le previsioni sono corrette, la C/2017 T2 (Panstarrs) potrebbe raggiungere una luminosità di circa 8 mag e quindi diventare ben visibile con un binocolo. Per tutto il mese si troverà nella zona circumpolare, spostandosi dalla costellazione della Giraffa (proprio accanto all’Orsa Minore) verso il Grande Carro. Il 23 maggio la troveremo vicino alle galassie M81 e M82.

22 maggio, Venere e Mercurio in congiunzione
Venere brilla come una lanterna nel cielo. Chi non lo sa potrebbe scambiarla per i fari di un aereo. Questa sera si trova a fianco del suo vicino più prossimo, Mercurio.

24 maggio, la Luna in congiunzione con Venere e Mercurio
A fine maggio tutto ruota attorno a Venere e Mercurio, perché entrambi i pianeti sono particolarmente ben visibili. Oggi condividono le luci della ribalta con una delicatissima falce di Luna di due giorni, illuminata appena al 4%.

26 maggio, Mercurio visibile di sera
Mercurio è veloce, timido e vicinissimo al Sole. Almeno questa è l’impressione che si ha quando lo si osserva. Di solito si mantiene vicino all’orizzonte, ma ora è possibile individuarlo, perché al crepuscolo raggiunge un‘altezza di circa 10°. Meglio quindi tenersi pronti con un binocolo, appena dopo il tramonto.

Mimetizzarsi a un prezzo sensazionale: Binocolo Bushnell Powerview 10×42 Realtree Camo

marzo 3 2020, Betty Lux

Solo fino a esaurimento delle scorte in magazzino: attualmente vi proponiamo il Binocolo Bushnell Powerview 10×42 Realtree Camo a un prezzo assolutamente speciale: solo 129,- euro! Risparmiate la bellezza di 50,- euro rispetto al prezzo di vendita consigliato dal produttore.

Risparmiate ora!

I cacciatori, gli amici della natura e gli amanti dell’aria aperta hanno ora la possibilità di acquistare binocoli prodotti negli Stati Uniti da Bushnell a un prezzo incredibilmente basso. La Serie Powerview appartiene alla serie di binocoli più amata di questo produttore americano, in quanto offre delle prestazioni ottiche a prezzi accessibili. Approfittate di questo enorme vantaggio – il binocolo potrebbe essere esaurito in poco tempo!

 

Bushnell Powerview 10×42 Camo

 

I binocoli Powerview 10×42 nel colore Realtree Camo garantiscono una buona trasmissione della luce grazie ad un completo trattamento antiriflesso. Nel caso vogliate usare il binocolo al crepuscolo o con scarsa luminosità, questo binocolo fa al caso vostro. Il fattore crepuscolare è veramente buono con un binocolo la cui lente frontale ha un diametro di 42 mm e un ingrandimento di 10x.

Un binocolo versatile in versione mimetica

La particolarità: grazie al suo aspetto mimetico, disegnato per confondersi con la vegetazione dei boschi europei, non dovete rinunciare a rimanere mimetizzati se estraete il binocolo. Siate un tutt’uno con la natura – questo binocolo è davvero versatile. Ed è anche un regalo ideale per tutti gli appassionati di caccia.

Approfittate subito della nostra offerta speciale a soli 129,- euro e godetevi subito le bellezze della natura con il vostro nuovo binocolo in versione mimetica.

Inaugurazione: Astroshop apre un nuovo showroom a Varsavia

febbraio 27 2020, Marcus Schenk

In Polonia potrete ora ammirare non solo il patrimonio culturale e i paesaggi, ma anche i telescopi per l’osservazione astronomica. Recentemente ha visto la luce una nuova filiale a Varsavia, alla quale è subito seguita l’apertura dello showroom.

Astroshop si impegna affinché, anche nell’Europa centro-orientale, gli astronomi amatoriali possano dilettarsi nell’osservazione dell’ignoto.

Unser neuer Showroom von außen.

Il nostro nuovo showroom visto dall’esterno.

L’inaugurazione ha avuto grande successo e ha visto la partecipazione di molti appassionati di astronomia, di ambiziosi astrofotografi del panorama astronomico polacco e di rappresentanti della rivista di astronomia Astronomia Amatorska.

Foto: Damian Demendecki

All’interno di uno spazio espositivo di 50 m², potete esaminare e confrontare circa 15 telescopi di diversi produttori, ma anche molti binocoli e cannocchiali. Il luogo ideale anche per gli astrofotografi: Michał Bączek vi guiderà in modo professionale nella scelta e vi illustrerà le potenzialità delle diverse attrezzature.

Foto: Damian Demendecki

Un telescopio newtoniano, oppure un telescopio SC compatto e leggero con controllo computerizzato Go To? Esaminando i diversi telescopi dal vivo, appare subito chiaro quali siano i più adatti alle proprie aspirazioni. Tra gli altri, si potevano visionare strumenti interessanti, come i telescopi Dobson del marchio Taurus di fabbricazione polacca, una montatura iOptron CEM25P, il binocolo 2,1×42 e la popolare montatura con meccanismo meccanico Omegon Mini Track da viaggio LX3.

Unser neuer Showroom von innen.

Il nostro nuovo showroom visto dall’interno.

Nel nostro showroom avrete la possibilità, davvero unica, di toccare con mano i telescopi e potrete condividere i vostri desideri e le vostre osservazioni con altri appassionati. Venite a trovarci, vi aspettiamo!

L’indirizzo completo è:
Astroshop.pl
Kruszewskiego 2, U1
04-086 Warszawa
Telefono +48 22 120 23 43
E-Mail: service@astroshop.pl

Cercatore LED Radiant: ora con un esclusivo omaggio per individuare gli oggetti più facilmente

febbraio 25 2020, Marcus Schenk

Potrebbe essere semplice. Ma a volte sembra un’impresa senza speranze. Come posso trovare una galassia o una nebulosa in cielo in assenza di punti di riferimento disponibili?

Il cercatore Radiant vi offre la soluzione! Grazie a tre cerchi con una ripartizione da 0,5, due e quattro gradi, avete a disposizione un dispositivo di ricerca bidimensionale. Questo rappresenta un vantaggio notevole rispetto a un normale cercatore a LED con un punto proiettato. Infatti gli astronomi che hanno iniziato con i cercatori a singolo punto proiettato hanno spesso impiegato anni per familiarizzarsi con l’individuazione degli oggetti e iniziare a trovarli con facilità.

Inoltre l’idea di poter identificare gli oggetti facilmente viene radicalmente smentita dalla pratica.

Come mai?

Perché all’inizio è necessaria parecchia pratica per riuscire a trasporre in cielo ciò che si visualizza sulla carta celeste. Come si può individuare, ad esempio, la famosa nebulosa Civetta M97? Come si può ipotizzarne la posizione in cielo?

Astro Lineal für Radiant Sucher

Un utile strumento viene ora in vostro aiuto: con lo speciale righello Radiant, trovare gli oggetti in cielo diventa più semplice! Vi basterà posizionare il righello trasparente sulla vostra carta celeste, per scoprire di quanto e in quale direzione dovete muovervi con i cerchi in cielo. Ad esempio: posizionate il centro del cerchio su Merak, lla stella in basso a destra del Grande Carro. Muovetevi approssimativamente verso la stella luminosa x UMA 3,6 mag. e spostate Merak sul bordo del cerchio esterno. Ecco che la nebulosa M97 si trova al centro. Potete quindi ripetere lo stesso procedimento la sera con il vostro telescopio.

È un po’ come colorare seguendo i numeri nel cielo.

OMAGGIO: In esclusiva acquistando il cercatore Radiant
Da oggi, acquistando un cercatore Radiant riceverete lo speciale righello astronomico a cerchi radianti. Questo utile strumento non è vendibile singolarmente, potete ottenerlo esclusivamente come omaggio gratuito con l’acquisto di un cercatore Radiant.

Volete trovare oggetti in cielo più facilmente? Andate al link Cercatore Radiant con righello astronomico.

I cannocchiali della serie Regal M2 di Celestron in offerta!

febbraio 24 2020, Stefan Taube

I cannocchiali di alta gamma della serie Regal M2 di Celestron garantiscono le immagini più nitide possibili, sia alla luce del giorno che al crepuscolo inoltrato. Sono perfetti sia per il birdwatching e l’osservazione della natura che per la visione a lunga distanza.

Celestron-Regal-1

Cannocchiale Celestron REGAL M2 22-67×100 ED

Ti proponiamo tutti e quattro i modelli a un prezzo speciale:

  • REGAL M2 16-48×65 ED a soli 629 euro invece di 699. Risparmi 70 euro! Un modello conveniente, adatto ai principianti che si dedicano occasionalmente all’osservazione della natura e al birdwatching.
  • REGAL M2 27×80 ED LER a soli 719 euro invece di 799. Risparmi 80 euro! L’oculare di questo modello ha un’estrazione pupillare particolarmente generosa: perfetto per i tiratori sportivi o per chi porta gli occhiali con forte gradazione.
  • REGAL M2 20-60×80 ED a soli 845 euro invece di 939. Risparmi 94 euro! Analogo al modello precedente, ma con oculare zoom per regolare l’ingrandimento. Ideale per il birdwatching.
  • REGAL M2 22-67×100 ED a soli 1035 euro invece di 1150. Risparmi 115 euro! La lente frontale raccoglie una grande quantità di luce e quindi garantisce immagini brillanti anche al crepuscolo. Perfetto per l’osservazione della fauna selvatica.

I cannocchiali di questa serie hanno tutte le caratteristiche tipiche di modelli molto più costosi, tra cui il vetro ED (Extra Low Dispersion). Il corpo in lega di magnesio riduce il peso di più del 14% rispetto ai modelli precedenti. Anche il meccanismo micrometrico di messa a fuoco è stato migliorato ed è ora due volte più veloce. I modelli Regal M2 sono impermeabili e il riempimento in azoto li protegge dalla condensa interna. La custodia da trasporto inclusa può essere anche usata come borsa di riserva.

Celestron-Regal-2

Durante l’osservazione il cannocchiale può rimanere nella borsa protettiva

Con il Regal M2 puoi anche fotografare: basta convertire la tua camera DSLR in un teleobiettivo, adattandola al cannocchiale tramite un anello T2 idoneo e l’adattatore T2 incluso.

I cannocchiali terrestri Regal M2 sono i compagni ideali per tutti gli amanti della natura.

EQ8-R di Skywatcher: la nuova montatura per osservatori didattici!

febbraio 18 2020, Stefan Taube

Le montature astronomiche della serie EQ8 rappresentano il modello più robusto dell’assortimento Skywatcher: possono infatti sostenere telescopi e accessori fino a 50 chilogrammi! Ecco perché le montature EQ8 sono particolarmente adatte agli osservatori – che siano in giardino, a scuola o al circolo astrofili.

Skywatcher EQ8-R Montierung mit Stativ

Montatura EQ8-R di Skywatcher con treppiede

 

Skywatcher ha aggiornato le sue montature EQ8 e le propone ora in due versioni: EQ8-R e EQ8-RH. La versione EQ8-RH è dotata di un encoder Renishaw ad alta risoluzione sull’asse di ascensione retta, che elimina la necessità di controllare l’inseguimento durante l’astrofotografia.

Entrambe le versioni della montatura EQ8-RH hanno in dotazione l’affidabile pulsantiera di controllo SynScan di Skywatcher.

Rispetto alla prima versione, nei modelli più recenti della serie EQ8 sono state apportate le seguenti migliorie:

  • cablaggio interno, che evita grovigli e danneggiamento dei cavi
  • più possibilità di collegamento per gli accessori: 4 ingressi USB, 3 uscite a 12 Volt
  • posizionamento dei motori di azionamento ottimizzato, per un migliore bilanciamento
  • frizioni più efficaci sugli assi, per una presa più sicura
  • viti di serraggio migliorate sul morsetto del prisma per un maggiore comfort e una maggiore forza di serraggio
  • trasmissione a cinghia sull’asse di declinazione, per una corsa più fluida

Per le montature EQ8 Skywatcher propone uno speciale treppiede. Tale treppiede permette anche l‘uso itinerante della montatura ma richiede  due persone per installarla.
Se invece preferisci collocare la montatura su una colonna fissa, puoi ordinare la EQ8 anche senza treppiede, e acquistarlo in un secondo momento. Trovi tutte le versioni della EQ8 in questa pagina Astroshop.

Con la EQ8-R Skywatcher dedica alle grandi ottiche una montatura moderna nel suo più recente grado di evoluzione, quindi praticamente perfetta!

Ottime condizioni per osservare Venere

febbraio 3 2020, Jan Ströher

Nelle prossime settimane Venere, il nostro „pianeta fratello“, sarà un buon oggetto celeste da osservare. Si tratta di un pianeta brillante, facile da individuare nel cielo del mattino o della sera, ma essendo spesso molto prossimo all’orizzonte le sue osservazioni sono di breve durata e vengono disturbate dalla turbolenza dell’atmosfera terrestre. La situazione migliora a fine gennaio, quando Venere diventa via via più luminoso e resta visibile più a lungo nel cielo della sera. Lo si potrà individuare facilmente a occhio nudo, subito dopo il tramonto e per quasi quattro ore.

Per l‘osservazione è sufficiente un buon binocolo, come il Nightstar di Omegon. Già con telescopi a partire da 90 mm di apertura Venere è riconoscibile come un piccolo disco. Proprio come la Luna, anche questo pianeta mostra diverse fasi; tuttavia i dettagli della sua superficie sono invisibili a causa della sua densa atmosfera, le cui strutture nuvolose sono però ben riconoscibili con telescopi a partire da 130 mm di apertura. Per aumentare il contrasto è consigliabile l’impiego di un filtro idoneo (violetto, blu scuro, blu).

Credit: EXAME/JAXA/Divulgao, Brasile

Venere è il secondo pianeta più interno del nostro sistema solare e ha all’incirca le stesse dimensioni della Terra. La sua atmosfera è composta da anidride carbonica, azoto, anidride solforosa e diversi gas nobili. Questa composizione, e la sua vicinanza al Sole, rendono il nostro vicino di orbita un mondo misterioso e ostile alla vita. Nel suo percorso attorno al Sole Venere ruota in modo retrogrado, ovvero nella direzione opposta rispetto alla Terra: quindi nei panorami venusiani il Sole sorge a ovest e tramonta a est. Dopo la Luna, Venere è l’oggetto celeste più luminoso, ma proprio come Mercurio è visibile solo nel cielo del mattino o della sera: ecco perché viene definito anche „stella del mattino“ o „stella della sera“.

Da metà gennaio Venere domina i nostri cieli serali, visibile subito dopo il tramonto in direzione dell’orizzonte sudoccidentale. La sua elevazione passerà da circa 25° a 46° alla fine di marzo, raggiungendo a fine aprile una luminosità di -4,7mag. In questo periodo si sposterà verso l’orizzonte sudoccidentale attraversando le costellazioni dell’Acquario, dei Pesci e dell’Ariete. In aprile raggiungerà il Toro e ai primi del mese lo troveremo addirittura nelle vicinanze delle Pleiadi (M45).

Da gennaio a maggio il modo migliore per seguire Venere è usare un planisfero celeste.

Credit: planetario di Bochum

Buon divertimento con le osservazioni venusiane del 2020!

 

Nuovo: oculare Apollo 11 di TeleVue – in edizione limitata!

gennaio 21 2020, Stefan Taube

50 anni dall’allunaggio: per celebrare la missione Apollo TeleVue ha creato lo speciale oculare Apollo 11, prodotto in soli 300 esemplari. Ordina subito il tuo!

TeleVue Okular Apollo 11mm 1,25"

Oculare TeleVue Apollo 11 mm 1,25″

Per il giovane ingegnere Al Nagler il programma Apollo della NASA fu l’inizio di una brillante carriera come ingegnere ottico. Dipendente della Farrand Optical Company, Nagler aveva il compito di progettare un sistema ottico per il simulatore del modulo di allunaggio, in cui Neil Armstrong e compagni avrebbero poi provato l‘avvicinamento e la discesa sulla superficie lunare.

Nell’ambito di questa attività Nagler sviluppò lo schema ottico degli oculari Nagler, ancora oggi molto diffusi. Dopo la progettazione del simulatore Al Nagler fondò l’azienda TeleVue, che ancora oggi sviluppa e costruisce i migliori oculari disponibili sul mercato. In occasione del cinquantesimo anniversario dell’allunaggio TeleVue propone questi speciali oculari in edizione limitata!

TeleVue-Gedenkmuenze

Inclusa: la medaglia commemorativa della missione Apollo 11

L’oculare viene spedito in una caratteristica confezione regalo, con una dedica personale scritta da Al Nagler, e una medaglia commemorativa dedicata alla missione Apollo 11, che proprio come l’oculare è prodotta in edizione limitata e numerata (da 004 a 303).

Nagler_Astroshop

Al Nagler con le dipendenti di Astroshop alla fiera dell’astronomia ATT nel 2012

Noi di Astroshop siamo davvero felici di potervi presentare questo speciale oculare, anche perché siamo legati a TeleVue e al suo fondatore Al Nagler da un’amicizia pluriennale!

06.06.2020
Spediamo in tutto il mondo
Valuta
Assistenza
Consulenza
Contatti
Universe2Go