Carrello
è vuoto

Archivio per la categoria 'Osservazioni'

Archivi blog

Notte delle stelle cadenti al Tempio di Segesta

agosto 14 2017, Michele Russo

In occasione del Calatafimi Segesta festival Dionisiache 2017,  la serata del 10 agosto ha avuto come tema principale  lesplorazione notturna sotto il cielo stellato e osservazione delle stelle cadenti.

http://www.distrettosiciliaoccidentale.it/sites/default/files/DMS/Manifesto%20Gallaro.jpg

Presso la suggestiva location del Tempio Dorico di Segesta sito all’interno della famosa area archeologica, Il Planetario di Palermo in collaborazione con Astroshop.it, ha allestito quattro postazioni di telescopi dedicati all’osservazione della Luna ed il pianeta Saturno, grande protagonista di questa estate 2017

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t31.0-8/20748198_2077540989145294_502262742499217258_o.jpg?oh=57547e368904e1247a99e7a6b4183411&oe=5A2D8026

Con l’ausilio di altri strumenti puntatori, gli addetti del Planetario hanno inoltre illustrato le principali stelle e costellazioni della serata.

L'immagine può contenere: una o più persone, persone in piedi, cielo e spazio all'aperto

Nonostante un meteo inizialmente instabile, che ha fatto preoccupare non poco, tutto si è svolto al meglio con un grande successo di pubblico.

L'immagine può contenere: cielo e notte

Il tempio di Segesta ( V secolo a.C.) è un tempio greco dell’antica città di Segesta sito nell’area archeologica di Calatafimi Segesta, comune italiano della provincia di Trapani in Sicilia.

Omegon APO 104/650 ED: Queste astrofoto mostrano la bellezza dell’universo

gennaio 30 2017, Marcus Schenk

Riceviamo continuamente dai nostri clienti belle immagini di oggetti celesti. Vogliono mostrarci quali “magie” hanno compiuto con i loro strumenti. Molto spesso ci entusiasmiamo vedendo quanto amore per il dettaglio e quanta energia gli astrofotografi investano in queste immagini. Oggi vi presentiamo un paio di astrofoto incantevoli. L’astrofotografo e regista cinematografico Sebastian Voltmer ci presenta meravigliose scatti dell’universo. Queste immagini sono state riprese con una fotocamera Sony a7s ed una fotocamera ST-2000XM al fuoco diretto di un nostro telescopio premium: l’Omegon Apochromat 104/650 ED con livellatore di campo.

Der 104/650 ED-Apo von Omegon
La nebulosa cuore IC1805

Questa nebulosa deve il suo nome a una forma particolare: un cuore rosso nel cielo notturno. Trovate questa nebulosa tra le costellazioni Cassiopea, Perseo e Giraffa. Il cuore si trova circa 4° a est della stella ε Cas (Epsilon Cassiopeiae). Al centro della nebulosa di emissione è collocato un ammasso stellare aperto, che induce la nebulosa a brillare.

ic1805_omegonapo

La nebulosa manubrio M27

La nebulosa manubrio M27 nella costellazione Volpetta è la seconda nebulosa planetaria per luminosità ed è quindi un faro nel cielo stellato. Chi ha originato questa nebulosa lontana circa 1400 anni luce è una nana bianca, una stella che si trova al termine della sua vita.

M27

Nebulosa Pacman NGC 281

Che gli astronomi siano persone piene di fantasia lo dimostrano i nomi di alcune nebulose. La nebulosa NGC 281 è denominata Pacman. A chi si ricorda ancora dei tempi del Commodore 64 & Co. viene in mente di sicuro questo gioco al computer. E infatti questa nebulosa con le sue nuvole scure appare come uno dei personaggi di Pacman. Questa nebulosa si trova a 9500 anni luce e ospita la stella doppia Barnhard 1. I suoi quattro compagni li possiamo scoprire con un telescopio ad alto ingrandimento.

ngc281_omegonapo

Nebulosa Crescente NGC 6888

Crescente: la mezzaluna sotto forma di nebulosa. La NGC 6888 è nota anche con il nome di nebulosa Falce. La si trova al centro della costellazione del Cigno, spostata di 2,5° rispetto alla stella centrale del Cigno, Sadr. Nonostante la sua posizione di spicco in estate, la nebulosa Crescente può non essere facile da vedere a causa della sua piccola dimensione di 18×13′ e una luminosità di grado 10. Gli scienziati presumono che questa nebulosa sia stata colpita da una stella di Wolf-Rayet nella sua fase di vita terminale. Per una osservazione efficace avete bisogno di un cielo scuro e cristallino oltre che di un filtro OIII.

ngc6888_omegonapo
Protuberanza solare

L’immagine trasmette l’idea di quanto possa essere gigantesca una protuberanza solare in confronto alla terra. In questa protuberanza del 15 agosto 2016 la terra avrebbe potuto esservi contenuta più 13 volte in fila.

prominence_2016-08-15_earth

I migliori posti per l´osservazione celeste in Italia

maggio 2 2016, Joshua Taboga

Dove godersi la miglior visione delle stelle in Italia? Quali osservatori, parchi astronomici o semplici luoghi turistici sono consigliabili per l´osservazione celeste? Astroshop.it ha delineato la lista dei 15 migliori posti dove osservare i cieli notturni. Una top selection che sará utile e dilettevole soprattutto per voi, cari astrofili.

 

1. Val Brembana

Molte famiglie appassionate di astronomia vengono a visitare quest´area, in particolare il parco astronomico “La Torre del Sole” a Brembate di Sopra (BG): lí si resta facilmente affascinati dal planetario e dal laboratorio solare. Facilmente raggiungibile in autostrada, é un “must” tra i parchi astronomici nostrani (sito: www.latorredelsole.it).

 

2. Salento

Cielo limpido e aria pulita. Le colline salentine si presentano come posti adatti all´osservazione night sky. Il parco astronomico “Sidereus Nuncius” vanta un un ludico proiettore 3D all´interno del planetario ed é assolutamente da non perdere il terrazzo delle stelle: specialmente nella stagione estiva, potrete ammirare nebulose, ammassi stellari e tanto altro (sito: parcoastronomico.it/sidereus/). Da segnalare inoltre il piú grande parco astronomico della Puglia, il San Lorenzo (sito: www.astronomiacasarano.it/).

 

3. Alpi Liguri

Poiché beneficiano del cielo spesso limpido per via della presenza del mare, spesso i monti liguri sono considerati ottimi posti per le osservazioni celesti. Segnaliamo tra i migliori osservatori quello di Antola e di Perinaldo.

 

4. Madonie

Situato in cima al Monte Mufara (1865 mt.), nei pressi di Isnello (PA), il parco astronomico delle Madonie é uno dei centri di ricerca piú ambiti non solo dai noti astronomi italiani, ma pure da istituti esteri. Grazie a due giganti telescopi robotici é possibile osservare sia pianeti extra-solari, sia oggetti in prossimitá della Terra.

 

5. Monte Baldo

Nel veronese citiamo il Monte Baldo, in provincia di Verona, come miglior posto dove godersi un cielo stellato. Ogni anno l´osservatorio astronomico organizza Star-party che attrae tantissimi appassionati dei cieli.

 

6. Oasi Zegna

Fondata dall´illustre industriale Ermenegildo Zegna, nel biellese possiamo ammirare cieli notturni spettacolari. Il cielo é limpido e le stelle sono ottimamente visibili. Un ottimo modo per gustarsi la serata in seguito ad una giornata sulla neve.

 

7. Ticino novarese

Possiamo citare l´osservatorio Galileo Galilei, locato a Suno (NO), centro é attivo dal lontano 1968. Grazie al telescopio principale installato all´interno, é possibile osservare diversi corpi celesti. E chi vuole gustarsi il cielo all´aperto, é consigliatissima la piazzetta di Tornavento: ai piedi del Ticino, é perfetta per osservare il panorama della vallata contorniato dalle stelle.

 

8. Farra d´Isonzo

Nelle distese esterne al paesotto in provincia di Gorizia, é possibile osservare con tranquillitá i cieli notturni. Per chi vuole farsi una cultura, l´osservatorio astronomico é considerato in Italia uno dei piú noti scopritori di asteroidi.

 

9. Magredi

L´area in provincia di Pordenone (il cui nome significa “terra magra”, col suolo per la presenza dei sassi) é un´ottima scelta per le osservazioni notturne. Munitevi di torcia elettrica e vestitevi pesante: vi godrete la nottata!

 

10. Val d´Ega

In Alto Adige, tra le imponenti Dolomiti, avrete modo di osservare uno dei cieli stellati piú limpidi immaginabili. Per chi vuole stare comodo e al calduccio, é fortemente consigliato il Planetario Alto Adige (www.astrovillaggio.it).

 

11. Isola Sant´Antioco

In una delle note isole della Sardegna sud-occidentale, si possono ammirare stelle limpidissime. Grazie all´ebrezza marina, si puó assistere a panorami notturni che lasciano senza fiato. Inoltre le spiagge sono libere: approfittatene!

 

12. Villa Ferraia

Qualificato dall`UAI per ospitare riunioni e convegni di astrofili, l´osservatorio astronomico nei pressi di Monticiano (SI) é una delle strutture migliori dove gustarsi il night sky. La zona – piuttosto turistica – offre anche un bed & breakfast, una villa del XIII. secolo e un percorso wellness (sito: www.villaferraia.com).

 

13. Monte Porzio Catone

Giá frequentato ai tempi dei romani, il monte nei pressi della capitale rappresenta un ottimo punto di riferimento per coloro che vogliono osservare il cielo. Se intendete fare una gita puramente astronomica, nei paraggi c´é anche l´osservatorio astronomico di Roma (sito: www.mporzio.astro.it).

 

14. Lago Trasimeno

Tra Lazio e Umbria, i dintorni del Lago sono assolutamente ottimi posti per osservare la volta celeste in tranquillitá. E sono pure perfetti per il turismo, in quanto sono state edificate terme e hotel di lusso.

 

15. Saint-Barthélemy

Per concludere, non poteva mancare una citazione della Val D´Aosta. Non solo le varie localitá sul Monte Bianco e Cervino, ma anche Sant-Barthelémy é un posto che lascia gli osservatori a bocca aperta. Vanta intorno alle 250 notti serene all´anno, come riportato dal sito dell´Osservatorio Astronomico della Regione Autonoma Val D´Aosta (www.oavda.it).
Fonti immagini:
commons.wikipedia.org
Orobicon, Yellow.Cat from Roma, Tangopaso, Martin Teetz, Llez, “Biella-Panoramica Zegna-Bocchetto Sessera” di Twice25, Luca Serena, Eoloisback, “Magredi Paesaggio notturno” by SuperQuark, Franco Visintainer, Alex10, Scarlot73, R Clemens dal en.wikipedia.org, “Lago Trasimeno 14” by ßøuñçêY2K, Patafisik

18.08.2019
Spediamo in tutto il mondo
Valuta
Assistenza
Consulenza
Contatti
Universe2Go